Premi, Penisola Sorrentina Arturo Esposito: svelata la Copertina d’Autore 2020

171

di Azzurra Immediato

Appuntamento giunto alla sua XXV edizione, il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito®, presieduto da Mario Esposito, ritroverà il suo pubblico ed il parterre di premiati, il prossimo 24 ottobre, nella splendida cornice di Sorrento. Immancabile è il dialogo con l’Arte che ritrova alla direzione della Sezione Arti Visive dall’artista Giuseppe Leone ed il suo progetto noto come ‘Copertina d’Autore’. Una commistione, quella con l’arte, che il Premio porta avanti sin dai suoi inizi e nella quale risiedono importanti riflessioni che, negli anni, hanno delineato una ragguardevole discussione attorno al valore intrinseco dell’Arte come volano non già e non solo culturale, sociale e collettivo, ma anche come strada da seguire per il rilancio economico dei nostri territori, siano essi quelli dell’entroterra o quelli affacciati, magnificamente, sul Golfo di Sorrento. L’argomento, già caro a Giuseppe Leone, che sul palco del Premio e per la Copertina d’Autore ha voluto, ad esempio, negli anni nomi come quelli di Luciano Caramel, Jorit e del fotografo siciliano Giuseppe Leone.

L’edizione del 2020, di questo incomprensibile anno, si interseca con il Premio grazie alla Fotografia, e la Copertina d’Autore si trasforma in luogo artistico di discussione e costruzione intellettuale attraverso la visione di sei fotografi, Anna N. Antuono, Libero De Cunzo, Federico Iadarola, Pasquale Palmieri, Natalino Russo e Luigi Salierno. I loro scatti, dopo un intenso shooting, si sono tramutati in un corale mosaico, mediante cui l’identità di Sorrento e della Penisola, è divenuta composita costruzione narrante, secondo un riconoscibile linguaggio personale dei sei artisti che, però, nella loro commistione, tendono verso un fine comune, quello sintetizzato perfettamente dalle parole autografe di Roberto Napoletano, il quale scrive ‘La bellezza, il tesoro nascosto dell’economia’. In tale desiderio di svelare la bellezza ideale capace di tradursi in bene reale, si rispecchia il desiderio di rilancio post emergenza Covid-19, desiderio concretizzato nella Carta di Sorrento, documento distribuito tra istituzioni pubbliche e private (tra cui il Parlamento Europeo, il Mibact, la Regione Campania, Fondazione Sorrento e Intesa Sanpaolo), con la sfida di rilanciare il territorio mediante la consapevolezza delle proprie ricchezze e la loro giusta valorizzazione; se attraverso questo fondamentale manifesto, Sorrento si candida ad essere capitale di una ampia e profonda riflessione sulla cultura in Italia, l’Arte e la visione che la Copertina d’Autore ideata da Giuseppe Leone ne saranno testimonianza tangibile di come, spesso, l’opera degli artisti abbia valore profetico e sappia intercettare i bisogni della società ben prima d’altri.

Il 24 ottobre a Sorrento il Premio Penisola Sorrentina si proporrà come momento di discussione, non solo dunque un momento di festa e di intrattenimento, ma occasione di confronto tra mondi dell’eccellenza campana e del made in Italy, il cui valore è straordinario e noto ovunque. Tuttavia, adesso è necessario agire, comprendere, prevedere ciò che sarà e l’Arte, come sempre, non si farà da parte. La Copertina d’Autore, per l’importanza che oramai ricopre, diviene emblema ed allegoria di una volontà più profonda e svelare le bellezze nascoste sarà l’arduo compito affidatole; i sei artisti hanno portato ad emersione meraviglie che aspettano solo di proporsi come trampolino di un vero rilancio e nulla, più della fotografia, è in grado di lasciare traccia visibile di un desiderio.