Premio Penisola Sorrentina, dal 22 ottobre via alla 26^ edizione. Da Baharami e Gubitosi, tutti i premiati

40
in foto, da sinistra, Renzo Tomellini, Alfonso Iaccarino e Mario Esposito

Al Teatro Eliseo di Roma si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del programma e dei vincitori della 26esima edizione 2021 del Premio Penisola Sorrentina, che si svolgerà a Sorrento il 22 e 23 ottobre prossimi, con il patrocinio dei Ministeri della Cultura e del Turismo, della Regione Campania e del Comune di Sorrento.
Nel corso della mattinata, l’assessore al Turismo del Comune di Sorrento, Alfonso Iaccarino, delegato dal sindaco, Massimo Coppola, ha consegnato la “Carta di Sorrento”, il manifesto del Premio dedicato ad ambiente, turismo e cultura al Ministero della Transizione Ecologica: a ritirare l’importante documento è stato Renzo Tomellini, già dirigente della Commissione Europea e a capo della Segreteria tecnica del Ministro Roberto Cingolani.
“Negli ultimi anni il Cinema made in Campania è stato protagonista dei principali Festival e premi internazionali. Le rassegne di Venezia, Cannes e Berlino, hanno confermato i successi dei film realizzati in Campania da autori campani”, ha sottolineato Rosanna Romano, direttore generale per le Politiche Culturali ed il Turismo della Regione Campania.
Insieme con il direttore artistico del Premio, Mario Esposito, sono intervenuti per la presentazione romana, tra gli altri, il direttore artistico di Eliseo Entertainment Luca Barbareschi, presidente della sezione cinema del Premio Penisola Sorrentina e Danilo Rea, presidente della sezione musica e cinema.
“Questa manifestazione costituisce un appuntamento di primo piano nell’agenda di questo territorio, che deve investire sulla cultura, unico motore per una rinascita sociale ed economica”, ha dichiarato in un messaggio, il sindaco di Sorrento Massimo Coppola.
Ufficializzato anche il programma della kermesse. Sarà una anteprima dal titolo “Il Cinema è vivo”, in programma il 22 ottobre alle 18 al Museo Correale, ad aprire la due giorni della kermesse. Al ted talk, durante il quale verranno consegnati dei premi speciali a Pina Scognamiglio, docente del master di cinematografia della Università di Napoli Federico II, Pasquale Cangiano, regista, e Silvia Gavarotti, direttrice Accademia Power Speaking, parteciperanno anche Pier Paolo Mocci, critico cinematografico e responsabile di “Lunedì Film” e Giancarlo Magalli. Durante i lavori verrà firmato un protocollo di intesa biennale tra il Premio Penisola Sorrentina e il Premio Massimo Troisi della Città di San Giorgio a Cremano, per la promozione sostenibile del territorio attraverso l’audiovisivo.
Seguirà, al mattino del 23 ottobre, nella sala consiliare del Palazzo Municipale del Comune di Sorrento il faccia a faccia “Roberto Napoletano dialoga con…”, dedicato ai temi del Mezzogiorno e dell’Europa.
Alla sera invece, presso il Teatro comunale Tasso, con madrina l’attrice Francesca Cavallin, verranno consegnati i riconoscimenti per cinema, audiovisivo e spettacolo dal vivo. Tra gli ospiti anche l’attrice ed attivista Valeria Altobelli.
Ecco la rosa dei vincitori dell’edizione 2021 con le rispettive categorie: Ramin Bahrami (premio internazionale “Cinema e Bach”); Enula (premio giovani “Lino Trezza” per audiovisivo musicale ); Massimiliano Gallo (premio “attore dell’anno”); Claudio Gubitosi – Giffoni Experience (premio “Cinema e istituzioni culturali”); Paola Minaccioni (premio “Dino Verde”); Francesco Montanari (premio “migliore interpretazione”); Sonia Nassery Cole (premio “Cinema e diritti umani”); Mariano Rigillo (premio alla carriera del Master di cinematografia Università degli Studi di Napoli Federico II coordinato da Pasquale Sabbatino); Andrea Romeo – I Wonder Pictures (premio speciale “Lunedì Film” per l’industria cinematografica).