Premio T Young, un giovane architetto di Napoli in mostra alla Triennale di Milano

41

C’è anche un giovane architetto di Napoli in mostra alla Triennale di Milano nell’esposizione che chiude la prima edizione del Premio T Young Claudio De Albertis, ideato e promosso dal Comitato Premio Claudio De Albertis e accolto in seno alla Medaglia D’Oro dell’Architettura italiana della Triennale, con l’obiettivo di ricordare la figura dell’imprenditore e presidente dell’istituzione milanese scomparso di recente.
Mario Coppola, classe 1984 di Napoli, è architetto, dottore di ricerca e professore a contratto di Composizione Architettonica all’Università degli Studi di Napolo Federico II. Laureato al Politecnico di Milano, vanta un’esperienza di lavoro a Londra nello studio di Zaha Hadid. Nel 2015 ha pubblicato Architettura PosrDecostruttivista e nel 2017 ha esordito come scrittore con il libro In cima al mondo, in fondo al cuore (Giunti) e come scultore con la personale Cosomogonie presso la Fondazione Plart di Napoli a cura di Angela Tecce.
Coppola è stato selezionato tra gli 88 candidati in lizza dalla prestigiosa Giuria del Premio Medaglia d’Oro, presieduta da Stefano Boeri, presidente di Triennale, con l’aggiunta, per il T Young, di due componenti del Comitato: la presidente De Albertis e Andrea Kerbaker, scrittore.
Attento conoscitore dell’architettura contemporanea e sensibile alle sperimentazioni, come ha indicato la Giuria tra le motivazioni della scelta, Coppola è stato indicato in particolare per il progetto Tree House- casa sull’albero, ristrutturazione di un edificio settecentesco.
Il progetto del giovane Coppola sarà visibile per un mese a partire da oggi, venerdì 12 ottobre, nell’impluvium della prestigiosa istituzione culturale milanese.
I 30mila euro del Premio T Young, messi a disposizione dal Comitato, sono andati al trevigiano Simone Gobbo, vincitore di questa prima edizione. Tutti i progetti dei sei finalisti esposti in mostra saranno pubblicati dalla rivista Domus in un inserto speciale dedicato al Premio.