Prende per il collo attivista, sospeso sottosegretario Gb

17

Londra, 21 giu. (AdnKronos) – Ha strattonato, preso per il collo e cacciato con forza un’attivista di Greenpeace e per questo Mark Field, sottosegretario agli Esteri del governo britannico, è stato sospeso dal suo incarico dalla premier Theresa May. A scatenare la bufera la diffusione del video che mostra la violenta reazione del deputato conservatore durante una serata di gala alla Manson House di Londra. Il suo stesso ufficio ha aperto un’inchiesta sull’accaduto.

Nel filmato si vede la donna che, vestita con un tubino rosso e una fascia con la scritta ‘emergenza climatica’, entra per protestare pacificamente contro il riscaldamento globale, interrompendo un discorso del cancelliere dello Scacchiere Philip Hammond. Quando le passa accanto, Field la blocca. Poi l’afferra per il collo e la spinge verso l’uscita.

“Mi dispiace molto. Ho reagito istintivamente. Non c’erano uomini della sicurezza e mi sono sentito minacciato, ho avuto paura che fosse armata”, si è giustificato il sottosegretario dopo la diffusione del video. “Mi rammarico profondamente per questo episodio e mi scuso con la signora interessata per averla afferrata in quel modo, ma nel clima attuale ho sentito il bisogno di agire con decisione per prevenire qualsiasi minaccia alla sicurezza dei presenti”, ha aggiunto Field. Secondo quanto comunicato da Downing Street, Theresa May ha visto il filmato e ha deciso di sospendere Field “mentre si svolgono le indagini” per chiarire l’accaduto.