Presentazione del progetto “Coding Girls”

56

Solo il 3 per cento delle ragazze europee si laurea in informatica, rispetto al 10 per cento dei ragazzi e appena il 9 per cento degli sviluppatori di app sono donne. Secondo il World Economic Forum il cambiamento procede a un ritmo troppo lento e, di questo passo, il traguardo della parità di genere nel mondo del lavoro non potrà essere raggiunto prima del 2095. Per accelerare il raggiungimento delle pari opportunità nel settore scientifico e tecnologico Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata Americana in Italia in collaborazione con Microsoft promuovono il progetto Coding Girls. La staffetta formativa sul coding coinvolge 400 studentesse di 7 scuole secondarie di Roma e Napoli dal 2 all’8 novembre 2015. I laboratori di coding nelle scuole sono tenuti da tutor esperti della Sapienza Università di Roma, di Tor Vergata e dell’IIS Pacinotti-Archimede di Roma e sono capitanati dalla coach statunitense Ashley Gavin. Importante novità di quest’anno è il coinvolgimento delle scuole napoletane, che avverrà in coordinamento con il Consolato Generale Usa per il Sud Italia. Alla fine della settimana, sabato 7 e domenica 8, si tiene l’hackathon al femminile presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale (Roma, via del Quadraro 102) con le studentesse di Roma e Napoli. La conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa si svolge martedì prossimo 3 novembre, alle 11, presso la sede dell’Ambasciata americana a Roma (sala Young, via Sallustiana 49). Oltre ai protagonisti dell’esperienza, docenti e studentesse, intervengono:

– Gloria F. Berbena, Minister Counselor for Press and Cultural Affairs, Ambasciata degli Stati Uniti d’America

– Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale

– Orlando Ayala, chairman, Emerging Markets, Microsoft Corporation

– Sabrina Bono, capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali, Miur.