Presidente Consob: “Da Boschi nessuna pressione”

11

Roma, 14 dic. (AdnKronos) – Ha incontrato l’allora ministro Maria Elena Boschi ma da parte dall’esponente del governo “non c’è stata alcuna pressione” relativa alle preoccupazioni di una eventuale fusione tra Banca Etruria e Banca Popolare di Vicenza ma “solamente l’esposizione del fatto”. Il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, lo ha sottolineato durante la sua audizione da quasi 4 ore davanti alla Commissione di inchiesta sulle banche.

“Espresse preoccupazione, perché a suo avviso l’aggregazione con la Popolare di Vicenza avrebbe provocato problemi” alle aziende che operano sul mercato dell’oro ad Arezzo, ha ricostruito il presidente dell’Autorità di vigilanza. “Io – ha quindi aggiunto – non potevo dire nulla, Consob non può intervenire sull’aggregazione delle banche. Lei mi ha illustrato la situazione, io le ho detto che non potevano fare nulla. Fu un incontro generico”.

In un secondo incontro, ha detto ancora, “il ministro Boschi mi rese solamente noto che il padre sarebbe diventato vicepresidente della banca”. Ricostruendo gli incontri, Vegas ha precisato: “L’ho vista la prima volta a Milano (quando Boschi espresse preoccupazione per l’integrazione con Bpvi, ndr), e doveva essere ad aprile 2014”, poi “una o due volte al ministero e una volta a cena a casa mia, ma c’era anche altra gente”.