Il presidente del Consiglio Conte: L’azione di Governo si arresta qui

23

L’esperienza del governo Conte si ferma. Il premier, intervenendo nell’Aula del Senato, dopo la crisi aperta dal leader della Lega Matteo Salvini, ha annunciato le sue dimissioni e ha comunicato che si recherà stasera dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Nel momento in cui mi sono insediato – ha spiegato Conte – dichiarai che sarei stato l’avvocato del popolo di tutti i cittadini che non conoscendomi mi hanno dato fiducia. Li ringrazio. Le condizioni mi impongono di interrompere qui questa esperienza di governo. Intendo completare questo passaggio nel modo più trasparente, mi recherò dal presidente della Repubblica per rassegnare le mie dimissioni da presidente del Consiglio. La decisione della Lega oltre che alcune dichiarazioni – ha spiegato Conte – mi impongono di interrompere qui esperienza di governo. Ascolterò con attenzione gli interventi che seguiranno in Aula, ma preannuncio che intendo completare passaggio istituzionale in modo lineare. Mi recherò dal capo dello Stato per comunicare ufficialmente l’interruzione di esperienza governo e consegnare nelle sue mani le dimissioni. Il Presidente, supremo garante degli equilibri costituzionali, guiderà il paese in questo delicato passaggio istituzionale. Gli rinnovo la mia gratitudine per i consigli e il sostegno di cui mi ha onorato”.