Procida, via ai lavori di messa in sicurezza di spiaggia e costone

53

Via al consolidamento e alla messa in sicurezza del costone sovrastante la spiaggetta di Punta della Lingua a Procida. E’  stato, infatti, firmato questa mattina, nella sede di piazza Matteotti, il contratto con cui la Città Metropolitana di Napoli affida i lavori di rafforzamento della falesia per un ammontare di 600mila euro. La spiaggia di Punta della Lingua – situata tra il nuovo porto turistico e la splendida baia di Marina della Corricella, entrambi posti molto frequentati nel periodo estivo – si estende per circa 200 metri, mentre il costone sovrastante raggiunge un’altezza di 35 metri ed un’ampiezza complessiva di circa 4mila mq. L’intervento si è reso necessario in seguito alla verifica effettuata dai tecnici della Città Metropolitana, che hanno riscontrato sull’arenile cumuli di frana risalenti a più smottamenti, oltre a blocchi rocciosi – di dimensioni pari anche a due metri cubi – staccatisi dal costone recentemente. + stato poi registrato un ulteriore arretramento del ciglio della falesia, dovuto ad ulteriori crolli di materiale per effetto dell’erosione causata dal vento e dalle piogge. Una situazione di instabilità del versante (l’accesso al quale è pertanto vietato), quindi, che pregiudica la sicurezza delle aree pubbliche e private poste nella parte alta della falesia e sull’arenile sottostante, e che ha richiesto l’immediato intervento della Città Metropolitana. Il programma che prende il via ora prevede, infatti, il rafforzamento corticale mediante l’utilizzo di reti metalliche a doppia torsione per tutti i 4mila mq di ampiezza del costone e la realizzazione di una gabbionata alla base con struttura di rinforzo. Sarà messo in opera, inoltre, un sistema di regimentazione delle acque in grado di limitare gli effetti erosivi del ruscellamento e del dilavamento che si verificano in caso di precipitazioni. L’area interessata è sottoposta a tutela ambientale, paesaggistica e idrogeologica, ragione per cui i lavori saranno effettuati in modo da non pregiudicare in alcun modo le caratteristiche morfologiche del territorio. Il termine dei lavori – che inizieranno ora, quindi in un periodo lontano dalla stagione balneare – è fissato in 6 mesi. “Fin dal mio insediamento la Città Metropolitana sta ponendo grande attenzione al tema del dissesto idrogeologico – dice il sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris – in un territorio che in questo ambito si presenta purtroppo fortemente fragile sotto tanti profili. Insieme alle scuole e alle strade, quello della progressiva eliminazione del rischio e della tutela dell’ambiente nell’area metropolitana è uno degli obiettivi principali della nostra Amministrazione, perché vogliamo che i cittadini ed i tanti turisti che vivono quotidianamente la nostra terra possano farlo in condizioni di assoluta sicurezza”.