Prodotti a denominazione di origine comunale, in Campania ok alla nuova legge

29
in foto la sala del Consiglio regionale campano

Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Gennaro Oliviero, ha approvato all’unanimità la proposta di legge “Modifiche alla legge regionale 20 luglio 2021, n. 7 (Istituzione e disciplina del registro regionale dei comuni con prodotti De.Co.). “Occorre modificare la legge per renderla coerente con le normative europee”, ha spiegato il consigliere Michele Cammarano (M5S). Il Consiglio ha approvato all’unanimità anche il “Regolamento di attuazione della legge regionale 24 giugno 2020, n. 15 (Legge a sostegno delle buone pratiche per le politiche integrate di sicurezza. Istituzione di Punti di Lettura rivolti alle bambine e ai bambini dalla nascita fino a sei anni di eta’ e ai loro genitori)” . “Su proposta della Giunta, la VI Commissione ha approvato il Regolamento attuativo della legge regionale 15/2020, una legge importante che dà risposte ai bambini della Campania offrendo punti lettura per agevolare l’accesso all’istruzione e alla cultura e per il contrasto della poverta’ educativa e dei fenomeni di devianza minorile”, ha sottolineato la Presidente della Commissione Regionale Politiche Sociali, Bruna Fiola (Pd). Sul tema è intervenuto anche il consigliere Pasquale Di Fenza (Più Europa) per proporre alla Giunta di allargare a tutte le scuole primarie la possibilità dei punti lettura, proposta approvata all’unanimità dal Consiglio.