Professioni: Edoardo Bottacin, è trevigiano il più giovane direttore artistico d’Italia

296

Treviso, 22 nov. (Labitalia) – Lo studio dell’organo a partire dai sei anni, la collaborazione con l’ufficio produzione del Teatro Comunale ‘Mario Del Monaco’ di Treviso – con il quale collabora a un intera stagione lirica, oltre che a due edizioni del prestigioso Concorso internazionale per cantanti ‘Toti Dal Monte’ – durante il liceo, l’incarico di componente del personale di sala del Teatro La Fenice di Venezia (ottenuto arrivando primo al concorso pubblico indetto dal celebre teatro): la musica e il teatro fanno parte da sempre della formazione e della quotidianità di Edoardo Bottacin, trevigiano, 23 anni e una laurea in Economia aziendale, che ad oggi è il più giovane direttore artistico d’Italia, responsabile dell’Autunno musicale del Teatro Comunale di Treviso (5 ottobre-22 dicembre 2019) e della stagione teatrale e musicale Cime di Cortina d’Ampezzo (Belluno).

Organista tra i più apprezzati di Treviso, allo studio strumentale ha affiancato lo studio della musica corale come membro della Schola Cantorum Sant’Agnese di Treviso diventandone ben presto vicedirettore e poi organista titolare, succedendo al grande Amedeo Aroma. Edoardo, però, non si accontenta e decide di dedicarsi non solo all’esecuzione della musica, ma anche alla progettazione, alla scelta e alla proposta di programmi musicali: durante gli studi di Economia aziendale decide di mettere le conoscenze economiche e organizzative definitivamente al servizio dell’arte, diventando a soli vent’anni anni membro dell’ufficio di produzione del VivaVoce International A Cappella Festival, rassegna di grande successo che colora l’autunno trevigiano, e direttore di produzione dell’orchestra Gav-Giovani Archi Veneti.

Il passo verso la direzione artistica è brevissimo e un anno dopo, conseguita la laurea, fonda l’associazione Musincantus che oggi cura la stagione ufficiale di teatro e musica di Cortina d’Ampezzo, Belluno, e l’Autunno Musicale del Teatro Comunale di Treviso.

“Il Teatro Comunale di Treviso – spiega il giovane direttore artistico – è la mia seconda casa, qui ho mosso i primi passi come semplice figurante e corista per alcune produzioni, poi sono riuscito ad entrare al fianco dell’ufficio produzione avendo la possibilità di lavorare a un’intera stagione lirica, oltre che a due edizioni del prestigioso concorso ‘Toti Dal Monte’”.

Una carriera agli inizi, eppure già ricca di collaborazioni prestigiose, con artisti del calibro di Fabio Sartori, il più importante tenore italiano contemporaneo con repertorio lirico spinto, di Fabio Armiliato, interprete di prima grandezza della scena lirica internazionale che ha anche preso parte come attore al film di Woody Allen ‘To Rome with love’ (entrambi gli artisti sono coinvolti quest’anno nel programma dell’Autunno musicale trevigiano), e di Luciana Serra, Ines Salazar, Giancarlo Andretta, Carla Fracci, Paolo Cevoli.

Nelle proprie scelte artistiche non dimentica di coinvolgere e valorizzare le giovani eccellenze del territorio. E il talento di Edoardo Bottacin non rimane circoscritto alla sua Treviso, il giovane e vulcanico direttore artistico è già richiesto in altre città italiane: per due anni è stato invitato a far parte della giuria del Concorso Lirico Internazionale ‘Anita Cerquetti’ di Montecosaro e ha collaborato con il Concorso internazionale musicale Città di Pesaro. Bottacin, infine, è l’ideatore insieme all’imprenditore Ivan Trevisin dell’originale concorso nazionale ‘Due sotto’, rivolto ai compositori focalizzato sulla musica per le cerimonie del commiato e che, alla fine, possa dar luogo a una compilation delle migliori creazioni da distribuire alle agenzie di onoranze funebri in Italia.