Professioni sanitarie nella salute globale, per la prima volta anche gli infermieri nei tirocini della Federico ll

132
(foto Opi Napoli)

Anche anche infermieri (e gli infermieri pediatrici) nel progetto dal titolo “Le Professioni Sanitarie nella salute globale dell’uomo”, organizzato dall’Università Federico ll di Napoli, approvato e finanziato dall’assessorato regionale alla formazione guidato da Armida Filippelli. E’ la prima volta  per la categoria.
Si tratta di uno dei sette nuovi programmi di orientamento promossi dalla Regione Campania e seguiti dall’Ateneo per finanziare ‘Percorsi di Formazione volti all’Orientamento alle Professioni’ in partenariato con gli Ordini professionali. Il bando competitivo ‘Progetto Tirocini 2022-2023’ è stato presentato ieri nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, insieme con l’ottavo progetto di tirocinio varato è finanziato totalmente dall’Ateneo Federiciano. I percorsi formativi prevedono l’organizzazione di attività seminariali di orientamento in collaborazione con esperti di aziende specializzate del settore. Per ogni Progetto, di durata 18 mesi, oltre ad un percorso formativo aperto per tutti gli studenti dell’Ateneo, saranno attivati dai 20 ai 30 tirocini extramoenia, ciascuno tra i 4 e i 6 mesi, con una indennità al tirocinante di 700 euro al mese. Nei prossimi mesi saranno individuate, mediante bandi, le strutture aziendali ospitanti e si procederà alla selezione dei tirocinanti.
I progetti – Questi i progetti della Federico II proposti dalle quattro Scuole dell’Ateneo federiciano, che sono basati su partenariati con gli Ordini professionali (Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti, Ordine delle professioni infermieristiche, Ordine dei Chimici e dei Fisici, Ordine dei Medici Veterinari, Ordine dei Geologi, Ordine dei Tecnologi Alimentari, Ordine degli Agronomi, Ordine Professionale TSRM, Ordine dei Biologi, Ordine dei Farmacisti, Ordine degli Avvocati, Ordine dei Commercialisti, Ordine dei Giornalisti, ecc.) e con partner aziendali (società di servizi, società di consulenza, studi professionali, software house, studi medici, laboratori di analisi/medicali, imprese, e altri) con l’obiettivo di offrire agli studenti l’opportunità di svolgere tirocini aziendali volti all’orientamento alle professioni: “Imparare l’Imprenditorialità ll” (resp. Prof. Antonio Bilotta); “La Filiera della Sostenibilità Agroalimentare per l’Agenda 2030”, (resp. Prof.ssa Silvia Fabbrocino), in collaborazione con l’Università del Sannio;“La Medicina Veterinaria e le Produzioni Animali in una prospettiva di One Health”,(resp. Prof.ssa Maria Pia Pasolini); “Cognitive learning by Fablab”,(resp. Prof.ssa Cristina Mele); “Tirocini Formativi Corsi di Studio Scuola di Medicina e Chirurgia”, (resp. Prof. Orazio Scafati Taglialatela); “Le Professioni Sanitarie nella salute globale dell’uomo”, (resp. Prof. Giulia Frisso); “LE.F.T.IN. – Legami Formativi Territoriali Interdisciplinari”, (resp. Prof. Gianluca Luise); “Innovare, Specializzare, Intraprendere”, (resp. Prof.ssa Anna Maria Zaccaria).
La presentazione – L’incontro è stato aperto dai saluti di Rita Mastrullo, prorettrice dell’Università Federico II. Animatore del convegno e dell’intero percorso formativo, il professor Pasquale Arpaia, Direttore del Cirmis e Responsabile della gestione economica dei Progetto. “Si tratta di una importante occasione di crescita e di apprendistato sul campo per i professionisti che formiamo. Da qui potrebbe venire quella buona sintesi tra formazione teorica e pratica professionale. E trovo proficuo lo stretto raccordo con gli ordini professionali”, ha detto Maria Triassi, Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia. Per Armida Filippelli, Assessore alla Formazione Professionale della Regione Campania: “Come Regione Campania siamo fortemente impegnati su questi progetti con l’obiettivo di fare sistema tra soggetti e istituzioni, tra ente regionale, Università e imprese, perché la formazione deve essere il nostro motore per crescere”.