Professionisti del settore audiovisivo: da Bruxelles 7,3 mln per la formazione

68

Le azioni previste
Due le azioni previste dal bando: azioni europee, mirate all’acquisizione e al miglioramento di capacità e competenze che consentano ai professionisti di operare prevalentemente in Europa; azioni internazionali, mirate allo sviluppo di competenze, conoscenze e capacità che consentano ai professionisti europei di operare fuori dall’Europa attraverso lo sviluppo di reti e la collaborazione con professionisti non europei.

I progetti
Le attività di formazione possono riguardare quattro possibili campi: sviluppo del pubblico, marketing, nuove forme di distribuzione e sfruttamento, comprese quelle basate sulle tecnologie digitali più moderne; gestione finanziaria e commerciale al fine di stimolare l’accesso ai finanziamenti e nuovi modelli di business; sviluppo e produzione di opere audiovisive, comprese la condivisione delle conoscenze e la capacità di sviluppare reti; capacità di affrontare le sfide del passaggio al digitale per garantire l’adeguamento all’evoluzione del mercato.

Destinatari degli interventi
Le azioni di formazione devono essere destinate a professionisti dell`industria audiovisiva quali fornitori di contenuti nel settore dei nuovi media, professionisti del settore dell’animazione, professionisti della post-produzione, commissioning editors, produttori, registi, agenti di vendita, distributori, sceneggiatori, scrittori. Destinatari delle attività di formazione possono essere anche i professionisti del settore finanziario, bancario e legale che operano con l’industria audiovisiva.

Beneficiari
Possono partecipare al bando scuole di cinema e televisione, istituti specializzati di formazione professionale, imprese private, associazioni e organizzazioni del settore audiovisivo. Questi soggetti devono essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili al sottoprogramma Media.

Contributo
Il sostegno dell’Ue assumerà la forma di un accordo quadro di partenariato di durata biennale.
Il contributo finanziario potrà coprire fino al 60 per cento dei costi totali ammissibili del progetto nel caso di azioni europee, all’80 per cento dei costi totali ammissibili del progetto in caso di azioni internazionali.
Il bando dispone di un budget di 7,3 milioni di euro con i quali la Commissione Ue prevede di finanziare 55 progetti.

Scadenza
Le candidature devono essere presentate entro le ore 12 (ora di Bruxelles) del prossimo 14 aprile.

SCARICA IL BANDO

Risorse complessive
7,3 milioni di euro

Progetti finanziabili
55

Cofinanziamento
Fino al 60% dei costi per le azioni europee
Fino all’80% dei costi per le azioni internazionali

Chi può partecipare
Scuole di cinema e televisione
Istituti specializzati di formazione professionale
Imprese private
Associazioni e organizzazioni del settore audiovisivo

Scadenza
Ore 12 del 14 aprile 2016