Progetto di Area Vasta, c’è la firma. Bruno: la convenzione tra comuni motore di sviluppo per il territorio

63
 
Il progetto di Area Vasta del Comune di Avellino, unitamente ad altri 37 Comuni della Provincia di Avellino, prende forma. Firmata la Convenzione tra i comuni coinvolti nel piano di interventi, si dovrà ora definire lo schema del Accordo di programma quadro che porta con sé una dote finanziaria importante di oltre 100 milioni di euro. La neonata unione dei comuni è la sfida che dovranno cogliere i Sindaci coinvolti nella iniziativa dell’Area Vasta componendo, nei contenuti, i progetti da inserire nelle sei linee di azione previste dalla Convenzione: potenziamento dei servizi socio sanitari, del sistema turistico dell’accoglienza, rigenerazione urbana dei borghi e della Valle del Sabato e creazione di un corridoio ecologico. 
Certamente un segnale positivo, afferma Giuseppe Bruno, presidente di Confindustria Avellino. Prioritario, secondo il leader degli Industriali, è definire i contenuti dell’ambizioso programma dell’Area Vasta, ma si apprezza in particolare il metodo, grazie al quale 38 Comuni della Provincia hanno messa da parte gli sterili campanilismi per dare slancio al Capoluogo Irpino, focalizzando l’attenzione su importanti assi di intervento. 
Per il settore manufatturiero e per chi intende investire in Provincia di Avellino sono prioritari gli asset infrastrutturali e gli investimenti in servizi a supporto alle imprese, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti legati alla pesante burocrazia. L’Area Vasta può essere un campo per sperimentare nuove forme di collaborazione e dialogo con il sistema industriale che è sempre ben disposto ad agevolare iniziative che riguardano la comunità.