Progetto Eube, seconda tappa del viaggio tra le imprese: In Europa pratiche veloci e fondi certi

222

Continua il viaggio de ILdenaro.it alla scoperta delle aziende italiane che con successo hanno saputo cogliere le opportunità offerte dall’Unione Europea per far diventarle concrete occasioni di crescita aziendale e di sviluppo di nuovi prodotti da mettere sul mercato. Dopo aver conosciuto l’esperienze di Eproinn, Biopic, Primo Passo Sea Garden, Seleo e Tre P Engineering, è la volta di cinque realtà che hanno fatto dell’innovazione il loro punto di forza, anche nella partecipazione ai bandi europei. Si tratta di Unicity, Plc Group, Atp, Assing e Pomilia. Dai loro progetti son venuti fuori prodotti hanno, a modo loro, dato spinta in avanti, rispettivamente, ai settori del turismo, delle energie rinnovabili, delle infrastrutture, della valorizzazione dei beni culturali e dell’agricoltura.
Le interviste, ad Aldo Di Russo, responsabile progetti culturali di Unicity, Francesco Esposito, presidente del Plc Group, Nello Giamundo, general manager di Atp, Luigi Iozzoli, product manager di Assing, Alfonso Dell’Aglio, responsabile risorse finanziarie e bancarie Pomilia, sono prodotte nell’ambito di Eube (Europe Boosts Enterprises), uno dei sei progetti strategici per l’Italia della rete Europe Direct, dedicati alle tematiche del Piano Juncker, progettato e gestito dal Centro Europe Direct LUPT “Maria Scognamiglio” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, di cui Ildenaro.it è media partner.