Missione su Marte e sviluppo dei territori, dibattito nella sede del Polo tecnologico aerospaziale

81
In foto Luigi Carrino, presidente del Distretto aerospaziale della Campania (Dac)

“I programmi spaziali nelle politiche di sviluppo dei territori”: è il titolo del convegno che si svolge (lunedì 17 febbraio, dalle ore 11) nella sede del Polo Tecnologico Aerospaziale Fabbrica dell’Innovazione di via Gianturco, con la partecipazione di rappresentanti del mondo imprenditoriale, istituzionale ed accademico. L’incontro, organizzato in collaborazione con il Distretto Aerospaziale Campano (Dac) e il Distretto Aerospaziale della Sardegna (Dass), sarà focalizzato sul programma di una missione spaziale tecnologica e scientifica ad alto carattere innovativo, denominata Sms (Small Mission to MarS), che vede proprio i due distretti spaziali impegnati in una stretta collaborazione, sancita tramite una lettera di intenti.
Il programma SMS ha lo scopo di realizzare una missione, di rilevante contenuto tecnologico, che prevede l’invio di una sonda su Marte entro il 2027. Punto di forza nonché di distinzione rispetto ad analoghi programmi sono l’affidabilità e l’economicità della missione. Fattori possibili grazie all’utilizzo della tecnologia di apertura e protezione termica IRENE sviluppata e brevettata dalla società consortile Ali.
Nel corso del dibattito sono previsti gli interventi di: Giovanni Squame, presidente Ali; Luigi Carrino, presidente del Distretto Aerospaziale della Campania; Giacomo Cao, presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna; Giuseppe Morsillo, presidente del Centro Italiano Ricerche Aerospaziale Cira; Valeria Fascione, assessore alle Start-Up, Innovazione ed Internazionalizzazione della Regione Campania; Giuseppe Fasolino, assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio della Regione Autonoma della Sardegna; Salvatore Borrelli, responsabile Divisione Spazio Cira; Paolo Bellomi, responsabile della Direzione Ingegneria e Sviluppo Prodotto Avio; Marcello Spagnulo, presidente Marscenter; Carlo Massagli, consigliere militare del presidente del Consiglio dei ministri nonché Capo dell’Ufficio del Consigliere Militare (collegato da Bruxelles via Skype). Le conclusioni saranno affidate a Niccolò Invidia, presidente Intergruppo Parlamentare per l’Aerospazio che parteciperà con una delegazione di parlamentari.