Salvini: A Napoli l’Autorità europea antiriciclaggio, sì della Lega. Ma l’Abi: Prematuro parlare della sede

30

“L’Autorità europea antiriciclaggio a Napoli: è una proposta di Abi (successivamente smentita dal presidente Patuelli, ndr), subito sostenuta dalla Lega, che certamente sarà valutata con attenzione dal governo. La città merita segnali importanti di considerazione e riscossa, dopo anni di malgoverno”. Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini. La collocazione a Napoli della costituenda Autorità Antiriciclaggio europea è stata chiesta dall’Abi al premier Mario Draghi. La candidatura di Napoli era stata avanzata ieri dal coordinatore campano della Lega, l’europarlamentare Valentino Grant, ma anche dal candidato sindaco Catello Maresca, che ha indicato il quartiere di Scampia come possibile sede dell’ente.
In realtà, il presidente dell’Abi Antonio Patuelli sulla Stampa, dopo la lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi, al ministro dell’Economia Daniele Franco e al titolare degli Esteri Luigi Di Maio, ha precisato: “Non mi aspetto risposte rapidissime dalle istituzioni, ma sono convinto che la loro attenzione c’è e ci sarà”, ha detto. Su Napoli come possibile sede Patuelli ha precisato che “è sbagliato parlare prima della città che del Paese. Parliamo di un problema nazionale, che riguarda il rapporto tra l’Italia e l’Unione europea. Sarebbe un errore grave se l’Italia confliggesse preventivamente in se stessa e si indebolisse da sola”.