Prosegue il programma di rilancio del Real Bosco di Capodimonte, ora punto di riferimento anche dei giovani

73
(in foto la fagianeria fonte sito Museo di Capodimonte)

di Maria Carla Tartarone Realfonzo

La bellissima Reggia ed il suo Real Bosco di Capodimonte, oggi più che mai attivi per mostrarci la nostra Storia e la nostra Arte, sono diretti dal Direttore Sylvain Bellenger che, giunto dalla Francia, ha cominciato subito la sua pregevole attività , mostrando ai nostri cittadini quanto sia straordinario questo nostro sito, a lungo ritenuto troppo distante e solitario. La storica Luisa Maradei ci tiene informati di tutte le attività e le mostre allestite nella Reggia, oggi anche dedita, in uno dei siti del bosco, la Fagianeria, alle urgenti vaccinazioni. Di prossima chiusura la mostra “Santiago Calatrava nella luce di Napoli” aperta dal dicembre 2019, sulle opere attuali del famoso architetto-ingegnere spagnolo, che molte opere straordinarie ha costruito anche in Italia. Nel mese di maggio abbiamo visto “L’arte del danzare insieme”, in mostra le ceramiche di Diego Cibelli. Nello stesso mese è stata inaugurata la personale “Capodimonte incontra la Sanità” di Paolo La Motta, straordinario interprete, pittore e scultore, i cui “modelli” sono i fanciulli del rione Sanità. Nel mese di giugno molti sono stati gli avvenimenti organizzati: il 4 giugno sono stati festeggiati “Tre secoli di verde storico”, dal giardino barocco, quando la Reggia fu costruita, al giardino inglese e direi al giardino di oggi, così ben curato fino alla strada, e ai giardini fuori dai confini. Il 10 giugno si è inaugurata la mostra dedicata al nostro grande Raffaello, di cui possono vedersi straordinarie opere. Il 12 è stato aperto il “ Teatro Festival” nel Real Bosco, all’aperto. Straordinaria è poi stata l’iniziativa del 16 giugno per le scuole di Scampia, svoltasi con i ragazzi nei giardini del Bosco. Queste le ultime attività tuttora presenti che mostrano come questo luogo straordinario sia stato attivato dalla vigente direzione, molto attenta anche alle necessità e alla educazione delle giovani generazioni. Molto significativa è stata la visita del 17 giugno della ministra Maria Cristina Messa e della presidente del C.N.R. Maria Chiara Carrozza al Direttore Bellenger, che hanno anche visitato le bellissime sale, ornate anche dalle splendide ceramiche degli antichi arredi.