Protesta Napoli, bus bloccati a Roma. De Magistris: Si consenta alla gente di manifestare

63
in foto Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

La polizia ha fermato in autostrada, a pochi chilometri dall’ingresso a Roma, i bus con esponenti e sostenitori dell’amministrazione comunale di Napoli diretti verso Montecitorio. Svolti una perquisizione e il controllo degli striscioni.
Tra i soggetti controllati la moglie del sindaco, assessori, vicesindaco Del Giudice, consiglieri comunali e municipali, esponenti di Dema. Nove gli autobus in totale partiti da Napoli alla volta di Montecitorio dove si terrà una manifestazione.
“Penso che sia assolutamente necessario consentire a centinaia di persone che si muovono in pace di raggiungere Montecitorio, si sono mosse stamattina alle 8 da Napoli per una manifestazione democratica” dice il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Omninapoli. “Ci auguriamo che la manifestazione democratica si possa fare, è pacifica e veniamo a difendere la città”, prosegue il primo cittadino e conclude dicendo: “So che dalla prima perquisizione hanno trovato qualche pasticcino e frittata di maccheroni, non mi spiego perché ancora trattengono i bus”.