Provincia di Caserta in crisi: scuole chiuse da martedì

66
 
Chiuderanno probabilmente martedì prossimo le tre scuole superiori del Casertano – l’istituto Tecnico-Professionale Mattei, i Licei Nifo di Sessa Aurunca e Cirillo di Aversa – in cui sono stati riscontrati gravi problemi strutturali agli edifici che ospitano le classi in seguito ai sopralluoghi effettuati dai carabinieri e dai tecnici della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Per gli stessi motivi, qualche giorno fa i carabinieri hanno sequestrato su ordine della magistratura l’Istituto Tecnico Buonarroti di Caserta. La chiusura delle scuole è legata ai gravi problemi finanziari della Provincia di Caserta, cui per legge compete la manutenzione delle superiori. L’Ente ormai da settimane non ha più soldi in cassa per far fronte alle proprie funzioni a causa di un dissesto dichiarato a fine 2015 e aggravatosi per il prelievo forzo del Governo, che negli ultimi due anni ha prelevato direttamente dalla tesoreria provinciale oltre 70 milioni di euro. 
Già domani mattina, come annunciato nei giorni scorsi, il presidente dell’Ente Silvio Lavornia firmerà il decreto di chiusura degli istituti, dopo aver ricevuto dall’Ufficio scolastico regionale e dai comuni coinvolti la garanzia che gli oltre 2000 studenti interessati saranno ospitati fino alla fine dell’anno scolastico in scuole medie già individuate. Qualche contrasto c’è stato tra la Provincia e il Comune di Sessa Aurunca sulla situazione del Liceo Nifo, che sorge in un complesso dove parte della proprietà è anche comunale, essendovi ubicate scuole medie; per la perizia della Provincia l’immobile sarebbe pericoloso, non per quella del Comune. Domani ci sarà un confronto tra tecnici dei due enti. Gli altri 89 istituti superiori del Casertano (sono in tutto 93, ndr), che Lavornia aveva annunciato di voler chiudere perché tutti privi delle certificazioni di sicurezza, resteranno per il momento aperti, ma resta comunque il nodo della manutenzione che la Provincia non può garantire, e dei certificati, che andranno completati entro pochi mesi, ovvero per l’inizio del prossimo anno scolastico. Dalla Provincia filtra che su cinque certificati previsti per legge, i 93 istituti ne posseggono in media appena due. Ieri, intanto, oltre 50 dirigenti delle superiori del Casertano hanno preso parte alla riunione convocata dal Governatore Vincenzo De Luca durante il quale è stata annunciata la pubblicazione, già domani, del bando che assegna la somma di un milione di euro agli istituti di Terra di Lavoro per la manutenzione; saranno gli stessi dirigenti che vorranno accedere ai finanziamenti a doverli chiedere. Per ogni scuola è prevista una somma di 40mila euro. Oltre alla manutenzione delle scuole, la Provincia non sta realizzando la manutenzione dei 1500 km di strade provinciali, mentre gli oltre 400 dipendenti dell’Ente negli ultimi due mesi non hanno percepito lo stipendio.