Prysmian produrrà ad Arco Felice e Pignataro i cavi sottomarini per collegare l’isola d’Elba alla terraferma

40
in foto lo stabilimento di Prysmian ad Arco Felice

Prysmian ha ricevuto la lettera di assegnazione per un progetto del valore di circa 68 milioni di euro per il nuovo collegamento in cavo sottomarino tra l’isola d’Elba e la terraferma (Piombino). Stando al relativo comunicato stampa, il progetto è stato assegnato da Terna Rete Italia, società controllata al 100 per cento da Terna, e prevede opere marine e civili per la progettazione, fornitura, installazione e collaudo di un cavo tripolare ad alta tensione in corrente alternata da 132 chilovolt con isolamento in Xlpe e armatura singola tra le stazioni situate sull’isola d’Elba e a Piombino, lungo una tratta sottomarina di 34 chilometri e una terrestre di tre. I cavi sottomarini saranno prodotti nello stabilimento di Arco Felice (Napoli), uno dei centri di eccellenza tecnologica e produttiva del Gruppo, mentre i cavi terrestri saranno realizzati nello stabilimento di Pignataro. La posa dei cavi verrà svolta dalla nave “Leonardo da Vinci” di Prysmian, con consegna e collaudo attesi per il 2023. “Questa assegnazione consolida la nostra leadership nel settore dei cavi sottomarini in Europa e il nostro solido rapporto con Terna: siamo orgogliosi di essere partner di Terna perché è un’azienda che investe nello sviluppo e nell’ammodernamento della rete elettrica italiana al fine di renderla più sostenibile e più smart”, ha commentato Hakan Ozmen, senior vice president Projects business di Prysmian. Il nuovo cavo fornirà all’isola il doppio dell’energia, assicurando un flusso di approvvigionamento più sicuro soprattutto durante l’intensa stagione turistica dei mesi estivi.