Psr, la Corte dei Conti Ue: Il Programa campano troppo complesso

27

Il programma per lo sviluppo rurale (Psr) della Campania è stato preso a riferimento dalla Corte dei Conti europea (Eca) per mostrare quanto la complessità dei documenti Psr, anche a causa delle norme Ue, renda difficile quantificare il contributo degli stessi Psr alla strategia Europa 2020. Si legge nella relazione dell’Eca “Programmazione dello sviluppo rurale: occorrono minore complessità e maggiore focalizzazione sui risultati”, che sintetizza il risultato di audit su un campione di 10 Psr, tra cui quello della Campania. La complessità, secondo Eca, incide anche sulla scarsa ricerca di sinergie con altri fondi strutturali e di investimento Ue. Nelle sue risposte ai rilievi dell’Eca, la Commissione europea sottolinea però che il Psr Campania, “è un buon esempio delle modalità definite a livello di accordo di partenariato per stabilire i dettagli operativi del coordinamento tra i fondi nel caso della banda larga”.