Public Procurement Forum per le piccole e medie imprese

10

Parigi, 25 ott. (Labitalia) – In programma domani presso la sede dell’Ocse a Parigi un forum dedicato agli appalti pubblici ed al ruolo delle piccole e medie imprese. I governi dei paesi Ocse stanno riconoscendo la rilevanza del public procurement come leva strategica di policy. Infatti, il public procurement copre il 12% del pil nei paesi Ocse ed una quota significativa della spesa pubblica complessiva. Gli acquisti della Pa hanno implicazioni economiche significative, non solo per le possibili efficienze, ma anche l’impatto sullo sviluppo economico su larga scala. Una delle aree di attenzione è proprio la facilitazione della partecipazione delle piccole e medie imprese a questo mercato.

Il Public Procurement Forum, organizzato dal Direttorato per la Pubblica amministrazione e dal Centro per l’Imprenditoria, le pmi, Regioni e Città dell’Ocse, quest’anno si concentra proprio sull’analisi della correlazione tra politiche di acquisto della Pa e lo sviluppo ed innovazione delle piccole e medie imprese.

Apriranno i lavori Mari Kiviniemi, vice segretario generale dell’Ocse ed in precedenza primo ministro finlandese, Elzbieta Bienkowska, commissario Ue responsabile per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le e Luca Donelli, co-chair della task force per lo Sviluppo delle pmi del B20 e presidente della Confederazione Europea dei Giovani Imprenditori nel 2016.

“E’ una importante opportunità -spiega Donelli- condividere con numerosi policy maker dei paesi Ocse le raccomandazioni prodotte dal B20 e di recente presentate al Summit di Buenos Aires. In particolare, presenterò gli spunti emersi dalle task force SMEs Development ed Integrity Compliance. L’obiettivo è quello di favorire la crescita delle piccole e medie imprese da un lato e rafforzare integrità e trasparenza dei processi di acquisto della Pa dall’altro”.

I panel successivi vedranno coinvolti policy maker e professionisti di Canada, Austria, Korea del Sud, Francia, Nuova Zelanda, Cile, Messico, Portogallo e Mauro Draoli, responsabile Servizio strategie di procurement e innovazione del mercato Agenzia per l’Italia Digitale.