Quando Zeffirelli scese in campo con Berlusconi

20

Roma, 15 giu. – (AdnKronos) – Nell’ultima stagione della sua vita ha abbracciato anche la politica. Accogliendo l’invito di Silvio Berlusconi, il regista è stato uno dei volti più noti che decise di scendere in campo al fianco del Cavaliere con la nascente Forza Italia. Fu eletto per la prima volta al Senato il 18 aprile 1994 nel collegio di Catania e rieletto nello stesso collegio nel 1996, restando in carica fino al 2001.

Come senatore, Zeffirelli ha presentato come primo firmatario un disegno di legge riguardante le “Norme per la sostituzione fedecommissaria nella successione avente ad oggetto beni culturali” e un altro relativo alle “Nuove norme in materia di tutela dell’embrione e di procreazione medicalmente assistita”. L’esperienza politica, durata sette, finì con il lasciarlo deluso. Alle elezioni del 2001 non si ricandidò nonostante le pressioni di Berlusconi. “La politica purtroppo è il lusso dell’uomo qualunque, che crede di poter fare una grande carriera al di là delle possibilità che tutti hanno”, osservò amaramente.