Quarantena!

Il virus ormai noto al mondo intero per aver provocato una pandemia, il Covid19, detto anche Coronavirus, ha ‘’costretto’’ noi tutti a stare nelle rispettive abitazioni e a uscire solo per necessità: spesa nei supermercati e nelle farmacie, visite mediche, assistenza ai parenti nel caso in cui abbiano bisogno di aiuto, recarsi al lavoro.
Il tutto deve essere giustificato da un’autocertificazione la cui veridicità verrà controllata dalle forze dell’ordine che pattugliano le città. Una falsa dichiarazione equivale a un’ammenda, che può sporcare la fedina penale di chi viene ‘’beccato’’. Insomma, per sconfiggere il Covid19 il governo ci obbliga a circolare il meno possibile – per niente chi è sottoposto alla quarantena – e non possiamo far altro che seguire le direttive perché la situazione non peggiori.
Non è sicuramente facile cambiare all’improvviso le nostre abitudini, sentirci costretti nelle nostre case senza poter svolgere le attività di tutti i giorni: dal lavoro fino ai semplici hobby che soddisfano i bisogni dell’uomo sociale. Infatti, senza di quelli, l’uomo non si sente completo in quanto, come abbiamo già detto, è un essere sociale e necessita di assecondare la propria natura tramite i mezzi che il mondo ci dà a disposizione.
La strategia che dovremmo utilizzare per fronteggiare questa situazione è approfittare della circostanza per riscoprire attività che abbiamo sacrificato da tempo a causa dei molteplici impegni giornalieri. Sfogliare libri che avremmo voluto leggere da tanto tempo, dedicarci ad una beauty routine che solitamente facciamo di fretta e furia, fare esercizi da casa per non perdere l’attività fisica ed infine imparare a stare con noi stessi.
Da quest’esperienza coglieremo molti aspetti della vita che diamo per scontati ma che invece sono di vitale importanza. Passare più tempo con la famiglia, con il compagno o la compagna, ci aiuta a riscoprire i veri valori, i pilastri portanti della nostra, a volte inconscia, felicità.
Non sempre ci ricordiamo che tutto quello che abbiamo, che facciamo e soprattutto chi siamo dipende molto dai nostri cari e dal loro amore verso noi. Questa quarantena non è la cosa migliore che ci potesse capitare, ma bisogna vedere il lato positivo perché esiste e tocca a noi scoprirlo.