Qubee, made in Campania il cubo “intelligente” che annusa lo smog

57

Un cubo “sensibile” che cambia colore quando l’aria è inquinata negli spazi interni: dagli uffici ai coworking, dalle scuole fino alle mura domestiche. E’ Qubee, un dispositivo basato su una tecnologia tutta made in Italy a sensori che misura i livelli di inquinamento dell’aria segnalandolo quando è necessario ricambiarla. Verde, giallo, rosso i segnali luminosi che il cubo intelligente associa a diversi livelli di respirabilità e aria “pulita” in uno spazio indoor. Ad ogni colore corrisponde un diverso grado di criticità (buono, scadente, pessimo). Qubee – ideato da Atlas Ifm e prodotto da Nexus, start-up innovativa campana (di Quarto) specializzata in IoT e soluzioni di controllo remoto – monitora le concentrazioni di Co2 e Voc (composti organici volatili) ma – per specifiche esigenze – è in grado di determinare i livelli presenti di monossido di carbonio, polveri sottili Pm2.5, particolato Pm10, formaldeide, ozono, oltre che definire fattori come temperatura e umidità. Il dispositivo può essere gestito anche tramite un’app e realizzato in materiale 100% riciclabile. Qubee – la cui affidabilità è stata testata dal Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di oltre che definire fattori come temperatura e umidità. Il dispositivo può essere gestito anche tramite un’app e realizzato in materiale 100% riciclabile.
Qubee – la cui affidabilità è stata testata dal Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Napoli Federico II – è solo una delle innovazioni del laboratorio di ricerca& AtlasLAB e rientra nei servizi offerti dalla piattaforma intelligente Smart Clean progettato dalla Atlas Ifm – azienda di servizi di facility management fondata a Napoli da Raffaele De Rosa ed oggi alla seconda generazione con la 33enne Edwige, in azienda con il ruolo di sostenibilità manager – che, attraverso sensori, attuatori e tecnologie digitali, controlla e gestisce ovunque ed in qualsiasi momento l’ambiente circostante permettendo quindi di analizzare, controllare e migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi di facility management delle aziende. Tra le innovazioni attivate recentemente da AtlasLAB, VisioNando, piattaforma utilizzata per l’invio ed il monitoraggio in tempo reale tramite app di segnalazioni di anomalie o guasti riscontrati all’interno degli stabilimenti di produzione e WControl, piattaforma che gestisce in tempo reale la pulizia bagni o di qualsiasi ambiente che occorre monitorare, gestendo così i cicli di pulizia in real time ed impiegando l’ operatore dove è più necessario.