Quella figlia di papà che vorremmo in prigione a Lampedusa

296

Non so se per 1500 € al mese sia davvero al servizio di poteri forti che ce l’hanno con l’Italia. Certo è che ha violato la legge. È normale che venga giudicata. Affondare la nave è inutile cattiveria, ma l’armatore paghi almeno un’adeguata ammenda, se dovuta. Adesso, però, che alcuni vigliacchi la insultano e la vogliono impalata, mi viene istintivo, come a chiunque abbia un minimo senso di giustizia e di civiltà, prenderne le difese. Chiudiamo i porti proprio per proteggere le nostre donne dalla violenza dei clandestini. È giusto augurarla a una ragazza solo perché ha idee politiche diverse?

Vende una dieta magica di lunga vita e in migliaia abboccano

Si chiama Life 120 il metodo di un ciarlatano che promette la longevità oltre il secolo e in buone condizioni fisiche e mentali. Anche se le autorità sanitarie mettono in guardia dalla truffa, sono tanti a credere più a lui che alla medicina ufficiale. Vende libri che spiegano il metodo e pillole che assicurano una vita centenaria. È accusato di millantare una laurea che non possiede, multato per pubblicità ingannevole e persino espulso dall’Ordine dei Giornalisti. Ogni tanto indìce un convegno e arrivano pazienti da tutta Italia. Vantano guarigioni da patologie di cui magari non soffrivano.

Sono mancate solo le botte ma, non disperiamo, magari verranno

È durato poco il fair play che credevamo distinguesse il calcio femminile da quello maschile. In semifinale le americane si sono già dimenticate della sportività che dovrebbe differenziarle da quella dei calciatori. Dopo la rete della vittoria l’attaccante Alex Morgan prende in giro le avversarie mimando di bere il the delle 5. Sul finire dell’incontro c’è stata pure un’espulsione per somma di ammonizioni tra le inglesi che ci ricorda l’agonismo macho. Ci eravamo illusi che le ragazze fossero migliori. Forse lo erano da dilettanti, ma in vista del professionismo i due sessi tendono a uguagliarsi.

Bisogna invogliare gli innamorati a riprodursi

Non è colpa del governo se molti insegnanti – persino titolari di cattedra – rimangono senza collocamento. Gli italiani non fanno più figli e diminuisce notevolmente la popolazione, anche quella scolastica. In conseguenza c’è recessione nella richiesta di appartamenti, nella produzione di auto, nel consumo di alimenti. Scende l’occupazione nei settori in crisi. Aumenta solo il numero dei pensionati che tra qualche anno supereranno i giovani che producono. Nell’ultimo censimento del 2011, eravamo 60 milioni. Ci siamo ridotti in 55, perché i ragazzi emigrano e rimangono gli anziani.

Sono in pochi ormai a leggere giornali, meglio divertirsi a creare polemiche

Tra i prodotti danneggiati e resi obsoleti dalla tecnologia non c’è solo la catena di montaggio, ma anche i quotidiani. Le tirature si riducono a vista d’occhio, molti si sono convertiti online. Infatti, chiudono tante edicole. C’è chi legge i titoli su internet e le fake news su FB. Siamo sempre meno interessati a ciò che accade in Italia e nel mondo. Ecco perché, pur di sopravvivere, alcuni editori sono costretti a vendersi al migliore offerente. Gli altri cercano di attirare lettori con titoli allarmistici, trasformando l’informazione in messaggi di terrore. Si attizzano le polemiche. Si salvi chi può.