Ragazzi sempre più web-dipendenti. I dati di Telefono Azzurro e Doxakids

86

Le giovani generazioni sono sempre più dipendenti dal web e dagli strumenti che consentono di accedere alla rete. Lo rivela un’indagine condotta da Sos Telefono Azzurro e Doxakids, perfettamente sintetizzata dall’infografica che ildenaro.it pubblica su concessione di Stampaprint. Il 71 per cento degli intervistati dichiara di aver ricevuto uno smartphone già all’età di 11 anni, il 45 per cento si connette più volte al giorno e addirittura il 25 per cento è sempre online. Dall’indagine risulta anche che il 17 per cento del campione analizzato non riesce a staccarsi da smartphone e social network, virando così verso un comportamento ai limiti della patologia, e il 21 per cento si sveglia di notte per controllare il cellulare. Non è tutto. Sos Telefono Azzurro e Doxakids scoprono che il 48 per cento degli intervistati si è iscritto a Facebook prima dei 13 anni, in barba a tutti i divieti, il 38 per cento fa acquisti con la carta di credito dei genitori e il 73 per cento visita siti con contenuti pornografici. Quanto a WhatsApp, la piattaforma di messaggistica più utilizzata al mondo, il 90 per cento dei ragazzi la utilizza almeno una volta al giorno e il 26 per cento anche quando è vietato (ad esempio durante le lezioni a scuola). Il 10 per cento, infine, ammette di aver subito atti di cyberbullismo.

Per gentile concessione Stampaprint

Safer Day