Rai, si apre partita su ‘Pubblicità’

15

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Dopo , la partita si giocherà anche sul responsabile di Rai Pubblicità. Una casella, raccontano fonti parlamentari di centrodestra, considerata molto importante da Silvio Berlusconi, anzi strategica per il futuro di Mediaset. Una volta arrivato l’ok definitivo all’ex cronista de ‘Il Giornale’, candidatura sponsorizzata da Matteo Salvini con il placet dei Cinque stelle e i voti determinanti degli azzurri, Forza Italia, riferiscono, si attende un nome ‘gradito’ alla guida della Pubblicità di viale Mazzini: un posto rimasto vacante da quando, mesi fa, Fabrizio Piscopo si è dimesso da amministratore delegato per assumere nuovi incarichi e al suo posto l’interim è stato assunto dal presidente Antonio Marano, leghista della prima ora.

In sostanza, l’accordo tra Berlusconi e Salvini su Foa passerebbe anche da questa poltrona. E qui Fi potrà misurare i reali rapporti di forza tra il segretario di via Bellerio e Luigi Di Maio. Ancora una volta, dunque, tutto ruoterebbe attorno al futuro delle televisioni private, a cominciare proprio dalla raccolta pubblicitaria. Tra i papabili come ad di Rai Pubblicità Mario Tarolli e Alessandro Ronco, manager Ferrero. Secondo le ultime indiscrezioni, per il successore di Piscopo bisognerà, però, aspettare: M5S e Lega avrebbero deciso di provvedere prima a sistemare il risiko dei direttori di tg e testate per poi dedicarsi al delicato capitolo dell’ad della Pubblicità.