Rassegne, al Festival Colline Salernitane luce sui misteri italiani col libro inchiesta di Michele Santoro

37
in foto Michele Santoro (da Imagoeconomica)

Mafia e antimafia, politica e potere, informazione e depistaggi, vicende personali e derive sociali si intrecciano nel libro-inchiesta “Nient’altro che la verita’” del giornalista, conduttore e autore televisivo Michele Santoro, che sara’ protagonista – mercoledi’ 21 luglio (ore 20.30) – della terza serata del “Festival delle Colline Mediterranee” nell’anfiteatro della Tenuta dei Normanni di Salerno. Michele Santoro con le sue inchieste. si sottolinea in una nota, ha raccontato trent’anni di storia italiana. Ad introdurre la presentazione sara’ il giornalista, gia’ dirigente Rai, Antonio Bottiglieri. Saranno inoltre presenti gli studenti delle redazioni delle radio dei licei salernitani Alfano I, De Sanctis e Tasso. Un’occasione di approfondimento su alcune delle pagine piu’ oscure della storia del nostro Paese. Il Festival delle Colline Mediterranee, promosso dall’associazione culturale “Do.Po.” con la direzione artistica del giornalista Eduardo Scotti, si avvale del patrocinio di Regione Campania, Comune di Salerno, Camera di Commercio di Salerno, Confindustria Salerno, Autorita’ di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Fondazione della Comunita’ Salernitana, Ordine dei Giornalisti, Cna Salerno; del sostegno di Camera di Commercio di Salerno, Milara s.r.l., Banca Monte Pruno, Bper Banca, Casa del Contemporaneo, Associazione “Achille e la Tartaruga” e della partnership con Tenuta dei Normanni, Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Salerno, Coldiretti Salerno, Associazione “L’Abbraccio onlus”, Rotary Club Salerno, Pro loco di Giovi, Katering on City e FG Industria Grafica.