Rassegne, a Ceraso tra enogastronomia, arte e letteratura rosa

51

L’identità, la storia dei luoghi e le persone che li vivono, si raccontano anche attraverso le espressioni enologiche, l’arte, l’ambiente e la letteratura femminile. Queste le quattro tematiche principali che diventano protagoniste dell’estate cilentana a Ceraso. Nello storico Palazzo di Lorenzo, si inaugura la seconda rassegna enologica “Cilentana”: da Palazzo De Vargas di Vatolla, infatti, sede centrale della Fondazione Giambattista Vico del presidente Luigi Maria Pepe, l’Ateneo del Vino Narrato comincia un tour alla scoperta dei diversi luoghi di produzione dei grandi vini cilentani, approdando domani e il 16 agosto (dalle ore 19:30), in terra eleatica, nella location curata dalla direttrice Emanuela Prota. Le due serate, in collaborazione con il Consorzio Vita Salernum Vites del presidente Luigi Scorziello, vedono in scena i vini della Tenuta Mainardi e della Cantina Polito. Tra vini erranti, autoctoni e della memoria, sarà possibile incontrare direttamente i produttori, testimonial ed esperti del settore ma non solo: con gli interventi del Presidente FareAmbiente-Movimento Ecologista Europeo Vincenzo Pepe, della già Direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Paestum Marina Cipriani, dell’Assessore alla Cultura di Capaccio-Paestum Claudio Aprea e del Sales and Marketing Manager Andrea Giuliano si dialogherà sul mondo di questo terroir e si conosceranno, con un AperiCena, i giusti abbinamenti tra cibo e vino del Cilento. L’intrattenimento è affidato agli artisti dell’Avanguardia Cilentana, che allieteranno anche la rassegna “Libra – Rassegna letteraria femminile”: un ciclo di incontri per emozionarsi con la letteratura “rosa” attraverso quattro serate (19-24-16-19 Agosto dalle ore 19.30) con quattro donne scrittici, quali Mariateresa Conte Ruocco, Alessandra Necci, Cinzia Tani e Elena D’Ambrogio. La rassegna sarà partecipata anche dal primo cittadino Maione, il Presidente ASMEF Salvo Iavarone, il Presidente FIDAPA Agropoli Prof.ssa Luciana Capo, il musicista Santino Scarpa e altri critici, sociologi, testimonial del mondo dello spettacolo e personaggi pubblici. Al termine è prevista un AperiCena Club che racconta come la letteratura si lega al cibo tradizionale. Sabato 18 Agosto, ore 19:30, riflettori accesi per “Pensare il futuro. Dare vita a un nuovo modello di ambientalismo”, l’ultimo lavoro di Vincenzo Pepe (Cairo Editore) con i saluti del sindaco di Ceraso Gennaro Maione e la direttrice del Palazzo di Lorenzo Centro Culturale dott.ssa Emanuela Prota e con gli interventi della giornalista de “la Repubblica” Annacarla Tredici, del presidente Provincia di Salerno Luca Cerretani, dell’assessore alla Cultura Capaccio-Paestum dott.re Claudio Aprea, del direttore editoriale Cairo Editore dott.re Marco Garavaglia, modera la scrittrice M. Teresa R. Conte Sagara. L’autore, Vincenzo Pepe, presidente di FareAmbiente, l’associazione maggiormente impegnata sul territorio a dare vita a un modello di ambientalismo positivo e propositivo, offre nuovi punti di vista sui temi della crescita, delle risorse, della sostenibilità, dell’energia, che nei prossimi anni saranno sempre più all’ordine del giorno nelle agende dei governi mondiali.