Rassegne, l’Ischia Global primo festival a riportare i film (e la gente) nelle sale dopo il Covid

78

È il primo festival ‘fisico’ dell’era post Covid: dal 12 luglio l’Ischia Global Film & Music, 18/a edizione, riporta il Cinema in sala con oltre settanta film tra anteprime assolute e opere importanti viste sinora su piattaforma, ma anche con forum, mostre e omaggi a Morricone e Fellini. “Siamo i primi al mondo, e faremo le cose per bene, in attenta osservanza delle ordinanze della Regione Campania emanate dal Presidente De Luca e delle disposizioni del Ministero della Salute – dichiara Tony Renis, presidente onorario della kermesse -. È molto significativo che ad inaugurare il festival sia proprio il vice Ministro della Salute Pierpaolo Sileri”. Che giudica il Global festival un segnale molto positivo. “L’ho detto più volte – sottolinea Sileri in una nota -: per ripartire l’Italia ha bisogno di farlo con consapevolezza, senza paura, a maggior ragione della verità. Per questo partecipare all’Ischia Global, è un’occasione di ripartenza con la giusta consapevolezza e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza. Quest’anno sono onorato di partecipare ancora di più visto che il festival è dedicato al Maestro Ennio Morricone, scomparso pochi giorni fa, e sono contento che sia conferito a Zucchero, uno degli autori più bravi del cantautorato italiano, il riconoscimento “Le chiavi di Ischia”. La musica, come ci ha insegnato il grande Maestro Morricone, e come ho imparato nei miei lunghi e solitari soggiorni all’estero per studio e lavoro, quando non c’era la musica nelle app, al massimo il walkman, è la lingua universale delle emozioni e delle idee”. Un Global dove non mancheranno le presenze straniere, come la produttrice Trudie Styler (nominata con Sting ‘Ischia Global Ambassador’) il giovane talento inglese Roman Griffin Davis (JoJo Rabbit), l’attore tedesco Moritz Bleibtreu. E tanto Cinema italiano dai Fratelli D’Innocenzo trionfato della stagione con ‘Favolacce’ alla squadra de ‘Il Cinema non si ferma’ (8 episodi in anteprima), produttori e distributori pronti confrontarsi sulle nuove sfide della ripresa. Presidente 2020 è Carolina Rosi, ricchissima la sezione musicale curata da Tony Renis. Il festival fondato e prodotto da Pascal Vicedomini è sostenuto dal MIBACT-DG Cinema e dalla Regione Campania con il patrocinio della Croce Rossa Italiana. Riaperti per l’occasione gli storici Cinema dell’isola, ingresso libero e in sicurezza. Tra i giovani artisti e gli influencer che diffonderanno il programma tra i giovani anche la madrina Fiorenza D’Antonio. La scelta è invitante. È un autentico evento che unisce Cinema e musica la proiezione di”Fandango At The Wall”di Varda Bar-Kar, prodotto da Doug Davis, Carlos Santana e Quincy Jones..Tra le anteprime “Rise” di Maritte Lee Go, “Love is not Love”di Stephen Keep Mills e”Songs of Solomon”di Arman Nshanian. Tra le anteprime italiane “No Fathers in Kahsmir” di Ashvin Kumar “Anna” di Luc Besson ,”The Gentlemen” di Guy Richtie. Chiuderà “Dogthooth”(2009) di Yorgos Lanthimos, film di chiusura, inedito in Italia.