Rateizzazione più lunga dei debiti con il fisco. Estesa da 60 a 120 mila euro la platea degli aventi diritto

42

Aumenta da 60mila a 120mila euro il limite massimo dei debiti con il fisco iscritti a ruolo per cui può essere prevista, singolarmente, la rateizzazione, in forma semplificata, fino a 10 anni “se il contribuente documenta la temporanea situazione di obiettiva difficoltà”. Lo prevede una riformulazione di un emendamento di Luigi Marattin (Iv) al dl Aiuti, anticipata negli scorsi giorni, approvata dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera. La stessa riformulazione aumenta da cinque a otto il massimo di rate non pagate oltre cui la rateizzazione decade e prevede che chi è decaduto dalla rateazione di uno o più carichi possa comunque chiedere una nuova dilazione del pagamento di altri debiti fiscali. Queste nuove regole, si prevede, verranno applicate alle rateizzazioni che verranno concesse d’ora in poi.