Ravello Festival, domenica sold out per Svetlana Zakharova

21
in foto Svetlana Zakharova, ballerina

Domenica 29 luglio, alle ore 21.30, nell’ambito del Ravello Festival, sul palco del Belvedere di Villa Rufolo, si esibirà Svetlana Zakharova, étoile del Balletto del Teatro alla Scala e del Balletto del Teatro Bol’oj di Mosca. L’evento ha già registrato il tutto esaurito. Zakharova sarà affiancata dai primi ballerini del Balletto di Mosca: Anastasia Stashkevich, Mikhail Lobukhin, Denis Rodkin, Igor Tsvirko, Denis Savin e del Balletto Mariinsky di San Pietroburgo Elena Evseeva. Per l’occasione la ballerina porterà in scena la grande scuola di ballo russa, l’infinita capacità espressiva ed intensità drammatica uniti all’impeccabile tecnica, associando l’approccio più colorato ed audace del Bol’oj al classicismo puro e raffinato del Mariinsky. Un programma che attraversa la danza in ogni forma e rappresentazione passando dalla messa in scena del capolavoro accademico di Michel Fokine “La morte del cigno”, accostando grandi pas de deux tratti da “Le Corsaire” e “Talisman” coreografati da Marius Petipa da “Tristano e Isotta”, “Le Fiamme di Parigi” e “Spartacus”. Ad Elena Evseeva prima ballerina del Balletto Mariinsky di San Pietroburgo è affidata la superba rappresentazione della Variazione di Odette del “Lago dei Cigni”. Immaginifica la rappresentazione di “Revelation” in cui Zakharova sperimenta una nuova, intrigante espressività, che metterà ancor più in risalto la versatilità di questa magnifica artista, quale sua prerogativa più grande. In “Strokes Through The Tail” della coreografa irlandese Marguerite Donlon: il cui stile e uso di diverse forme d’arte la collocano in una posizione privilegiata nel panorama internazionale della danza. Sulle note della Sinfonia n.40 di Mozart.