Ravello Festival, in scena i giovani talenti della Asian Youth Orchestra

50

Ancora grande musica nella programmazione del Ravello Festival 2017. Stavolta saranno i giovani talenti della Asian Youth Orchestra, formazione fondata da Yehudi Menuhin e Richard Pontzious che mette assieme i migliori musicisti del Sol Levante di età compresa tra i 17 e i 27 anni, a salire sul palco del Belvedere di Villa Rufolo. Venerdì 25 agosto (ore 20), a condurre l’ensemble ci sarà James Judd, suo direttore principale già da qualche anno. Il maestro britannico è considerato uno dei preminenti interpreti della musica orchestrale inglese impostosi all’attenzione internazionale come direttore assistente della Cleveland Orchestra. In Europa, dopo essere stato nominato direttore musicale associato dell’Orchestra giovanile della Comunità europea da Claudio Abbado, ha diretto le principali orchestre internazionali. Nella Città della Musica Judd, proporrà la Sinfonia n.1 di Mahler e il Concerto per violino e orchestra n.1 di Bruch. Solista di quest’ultima pagina, un violinista di punta a livello internazionale, Vadim Repin, che torna a Ravello dopo la sua applauditissima esibizione del 2009. Musicista totale, strumentista lanciato nell’orbita internazionale dal primo posto conquistato al prestigioso concorso “Reine Elisabeth”, quando aveva solo 17 anni e che oggi fa parlare di sé il mondo intero, che lo annovera nella rosa dei primissimi interpreti del suo strumento.