RC auto, l’importanza dei massimali nella scelta di una polizza

601

Quando si sottoscrive una polizza assicurativa, è opportuno considerare i massimali RC auto, che ne determinano il prezzo finale. Ogni compagnia propone al suo assicurato una quota massima da pagare in caso di incidente stradale con danni a cose e/o persone: quella quota rappresenta il massimale di un’assicurazione.

La legge stabilisce dei massimali al di sotto dei quali le compagnie assicurative non possono andare, mentre la quota massima da pagare in caso di incidente viene stabilita dalle stesse assicurazioni, e varia a seconda dei danni riportati a cose o persone in seguito all’incidente.

Ogni compagnia stabilisce quindi i massimali, che il cliente deve valutare in base alle proprie esigenze. Per un automobilista neopatentato, abituato a percorrere molti chilometri o a guidare in località dove il rischio incidenti è alto, può risultare rischioso sottoscrivere una polizza con massimali bassi. In alcuni casi infatti i danni provocati possono essere superiori rispetto ai massimali previsti dall’assicurazione (ad esempio in caso di incidenti mortali) e l’assicurato deve rimborsare di tasca propria le cose o le persone danneggiate.

Al contrario, chi utilizza la macchina in maniera sporadica ed in particolari periodi dell’anno dove il rischio incidenti è magari più basso (come l’estate quando le belle giornate garantiscono una buona visibilità) risulta superfluo sottoscrivere massimali particolarmente alti.

Per scegliere la soluzione più adatta alle proprie necessità ed al proprio stile di guida è consigliabile richiedere un preventivo dell’assicurazione auto presso compagnie assicurative affidabili come UnipolSai che offre polizze complete di garanzie, prezzi competitivi dei premi ed un’assistenza continua in caso di incidente. Ogni guidatore, in questo modo, può “modellare” una polizza assicurativa su misura, con i massimali più adeguati in base alle proprie esigenze, valutando attentamente i rischi secondo il proprio stile di guida.

I massimali RC auto sono regolamentati dal Codice delle Assicurazioni Private, che prevede un importo minimo di copertura pari a 5.000.000 di euro per sinistro in caso di danni alle persone (indipendentemente dal numero di vittime) e di 1.000.000 di euro per sinistro in caso di danni alle cose (indipendentemente dal numero di vittime). Bisogna però considerare che questi massimali possono variare nel corso degli anni e che vengono aggiornati periodicamente in base al costo medio della vita, all’inflazione ed all’aumento dei costi a carico delle compagnie assicurative. La variazione dei massimali è determinata dal comma 3 dell’art. 128 del Codice delle Assicurazioni Private.

I massimali RC del periodo 2018-2019 stabiliti dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, entrato in vigore a partire dall’11 giugno 2017, equivalgono ad un importo di 6,07 milioni di euro per le lesioni fisiche indipendentemente dal numero delle vittime e di 1,22 milioni di euro per i danni alle cose indipendentemente dal numero delle cose danneggiate.

Il massimale unico, inteso come la somma totale determinata al momento della sottoscrizione della polizza assicurativa, equivale al momento a 7,29 milioni.