Rc Auto, il premio medio continua a crescere: in Campania +4,68%

30

Il premio medio dell’Rc Auto in Italia continua ad aumentare, seppur a ritmi più contenuti rispetto al passato. A rilevare i rincari è l’osservatorio di Facile.it secondo cui, ad agosto, per assicurare un’Auto servivano mediamente 582,71 euro, ovvero lo 0,90% in più rispetto ad un anno fa. Il valore è stato calcolato analizzando oltre 6,8 milioni di preventivi raccolti dal comparatore negli ultimi 12 mesi e le quotazioni offerte da un panel di compagnie rappresentanti, in base alla raccolta premi, circa il 54% del mercato Rca italiano. Leggendo nel dettaglio i risultati emerge pero’ un andamento regionale piuttosto differenziato. Se e’ vero che i rincari hanno riguardato gli automobilisti di 13 regioni italiane, è altrettanto vero che nelle altre 7 le tariffe sono diminuite. La forbice delle variazioni annuali è compresa tra il -8,23% della Valle d’Aosta e il +6,12% del Friuli Venezia Giulia.
Segue nella classifica degli aumenti la Campania, dove la tariffa Rc Auto e’ salita del 4,68%: gli automobilisti campani continuano a pagare il premio medio piu’ alto della Penisola, che ormai da mesi ha superato la soglia dei 1.000 euro stabilizzandosi, ad agosto, a 1.036,20 euro, vale a dire quasi il 78% in piu’ rispetto alla media nazionale. Terzo posto per il Trentino Alto Adige, con un aumento delle tariffe pari al 4,56%. Nella classifica dei ribassi, la Valle d’Aosta e’ seguita in graduatoria dall’Umbria, dove la tariffa media e’ diminuita del 6,17%, stabilizzandosi a 531,42 euro, mentre al terzo posto si posiziona la Calabria dove, pero’, nonostante il calo del 2,17% rispetto a 12 mesi fa, le tariffe continuano a restare molto elevate, con un premio medio che ad agosto 2018 e’ stato pari a 674,37 euro, secondo solo a quello della Campania. Guardando alle scelte degli automobilisti in materia di garanzie accessorie, ancora una volta l’assistenza stradale, inserita nel 44,8% dei preventivi, si conferma come la preferita dagli italiani. Il valore risulta in aumento di 2,5 punti percentuali rispetto a 12 mesi fa, crescita che non sorprende se si considera che il parco auto italiano continua ad invecchiare: ad agosto l’eta’ media dei veicoli era pari a 10 anni e 2 mesi, 3 mesi in più rispetto a quella registrata nell’agosto 2017. Interessante notare, inoltre, come la percentuale di automobilisti che inserisce l’assistenza stradale nel preventivo vari notevolmente a seconda della regione, con punte di oltre 7 automobilisti su 10 in alcune aree del Sud Italia come la Campania, la Calabria, la Puglia e la Sicilia.