Real padrone d’Europa, così arriva la terza Champions di fila

24

di Diego Pantani

Tris del Real che vince la terza Champions consecutiva, dopo una finale anche in maniera un po’ fortunosa, complice un paio di clamorosi errori del portiere Karius del Liverpool. Inizio gara shock segnato dalla precoce uscita di uno dei giocatori più attesi della sfida, Salah, che subisce una brutta entrata da Sergio Ramos, che gli causa dei seri problemi ad una  spalla,che lo costringono ad abbandonare il rettangolo di gioco al 30’pt. Al 35’pt esce anche Carvajal del Real per un infortunio muscolare, al suo posto entra Nacho. La partita si ravviva nella ripresa al 47’st con Isco che da buona posizione centra la traversa, ma al 50’st Karius combina la frittata, regalando il pallone a Benzema, che a porta completamente sguarnita, fa 1-0. Immediata la risposta del Liverpool che pareggia con Mané sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 60’st esce Isco per Bale che diventa subito grande protagonista con una rovesciata pazzesca su cross di Marcelo con Karius, che in questo caso non può nulla. Al 70’st il Liverpool potrebbe rientrare di nuovo in partita ma questa volta, un tiro di Mané centra soltanto il palo. All’83’st ancora Bale sugli scudi che con un sinistro da fuori supera per la terza volta Karius ancora colpevole, che non riesce ad opporsi su un pallone apparentemente innocuo. Finisce così la finale di Kiev con l’ennesima festa del club di allenato da ‘Monsieur’ Zidane, vero stratega della panchina. Polemiche finali però per le dichiarazioni del post partita di C.Ronaldo, che lascia intendere che il suo percorso al  Real è ai titoli di coda perché, ritenendosi il più forte giocatore al mondo, vorrebbe avere anche uno stipendio adeguato rispetto ai top 5 che guadagnano più di lui.