Reddito di cittadinanza, Garavaglia: Va rivisto, così non serve

65

“C’è la necessità di rivedere, rimodulare, la disciplina del reddito di cittadinanza in modo da agevolare l’effettivo reinserimento dei disoccupati nel mondo del lavoro piuttosto che fornire loro una fonte di reddito non finalizzata a questo scopo”. Lo ha affermato il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, rispondendo in aula alla Camera ad un’interrogazione sulla carenza di personale nel settore turistico e all’eventuale correlazione con l’erogazione del reddito di cittadinanza. “Sull’esigenza di soddisfare i bisogni di assunzioni” anche nel settore turistico “incide il reddito di cittadinanza, soprattutto nei casi dei rapporti stagionali, in cui l’ammontare dei compensi e la durata dei contratti, non risultano allettanti rispetto” alla quota del reddito cittadinanza, ha aggiunto.