Reggia Caserta, la Procura invia i vigili del fuoco per verifiche

19

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha inviato la squadra di polizia giudiziaria del Vigili del Fuoco del Comando di Caserta alla Reggia per effettuare una serie di verifiche sul cedimento dell’intonaco dal soffitto del vano finestra della ‘stanza delle dame’ avvenuto nella mattinata di domenica, durante l’orario di apertura al pubblico. La Procura vuole capire quali siano le cause del crollo e se sia stata garantita l’incolumità dei visitatori, anche in relazione al piano di sicurezza e alla vie di fuga; parte dell’intonaco è caduto su una panchina dove solitamente siedono i turisti durante il percorso di visita degli Appartamenti Storici. I pompieri relazioneranno alla Procura retta da Maria Antonietta Troncone che deciderà quale reato, per il momento contro ignoti, ipotizzare. Intanto stamani sono partiti anche i sopralluoghi degli esperti della ditta di restauro incaricata dalla Reggia per il ripristino dell’intonaco caduto. Il direttore Mauro Felicori ha spiegato che “faremo delle verifiche per accertare che il soffitto coinvolto non presenti ulteriori problemi, quindi le verifiche si estenderanno a tutti i soffitti e agli avancorpi delle finestre di tutto il lato meridionale, quello che affaccia su piazza Carlo III. Si tratta di un’area della Reggia segnata dai restauri subiti nel tempo in seguito ai problemi avuti con i terremoti del 1930 e del 1980, senza dimenticare che questa zona fu anche bombardata durante il Secondo Conflitto Mondiale. Peraltro in quest’area, già sei mesi fa, effettuammo una verifica di tutti i soffitti, anche del vano finestra da cui è crollato l’intonaco, ma non c’era alcun segno nel punto in cui poi si è scollato. Nei prossimi giorni inoltre avremo anche i risultati dei sensori apposti durante i lavori di restauro della facciata, che ci sono stati dei movimenti pericolosi”. Felicori assicura poi che il restauro della stanza delle dame avverrà in breve tempo. “In una settimana – spiega – completeremo le verifiche, entro fine gennaio sarà restaurato il soffitto nella stanza delle dame”.