Reggia di Caserta, Renzi loda Felicori: Boom di visitatori grazie al suo impegno

78

“Ieri per la prima volta dopo anni la Reggia di Caserta e’ rimasta aperta grazie all’impegno dei lavoratori e del direttore, che ormai conoscete, visto che ve ne ho parlato spesso, Mauro Felicori. Si’, proprio quello nominato dal nostro governo e subito accolto da una polemica di qualche sigla sindacale perche’ ‘lavorava troppo’”. C’e’ anche il post dell’ex premier Matteo Renzi, sul boom di visitatori registrato tra Pasqua e Pasquetta in tutta Italia, ma soprattutto nelle citta’ d’arte del Mezzogiorno, Campania in pole. Il democrat lo fa evidenziando il lavoro che sta svolgendo il direttore del complesso vanvitelliano a Caserta, spesso attaccato dai sindacati. “Vi confesso – aggiunge – che non finisco di emozionarmi quando penso alla bellezza dell’Italia e penso che, nonostante la mancanza di organizzazione che troppo spesso caratterizza i nostri beni culturali, le cose stanno cambiando. Chi di noi ha visitato luoghi e posti significativi in questi giorni si rende conto che c’e’, e’ li’, e’ pronta una ‘ItaliaBella’ che non dobbiamo stancare di raccontare, di coccolare, di ammirare. La bella trasmissione Rai Kilimangiaro ha recentemente dato il premio di miglior Borgo d’Italia a Venzone (Udine). Ma quanti borghi magnifici, quanti luoghi incantanti ci sono. Anche per questo mi piacerebbe che ciascuno di noi si sentisse parte di questo racconto collettivo. Abbiamo bisogno di risvegliare in noi lo stupore e l’orgoglio di essere italiani. Di dirlo e di dircelo di piu’. Anche sui social, che oggi collezionano in prevalenza campagne di odio e di negativita’. La nostra ‘ItaliaBella’ – conclude Renzi – aspetta solo l’orgoglio e l’impegno di ciascuno di noi. Dobbiamo esserne all’altezza”.