Regi Lagni, via alle gare per la depurazione Nel piatto 200 milioni. Nugnes: Evento storico

52

“Partiranno nei prossimi giorni gare per 200 milioni di euro nell’ambito Grande progetto Regi Lagni. Salgono a nove complessivamente i grandi progetti partiti “Partiranno nei prossimi giorni gare per 200 milioni di euro nell’ambito Grande progetto Regi Lagni. Salgono a nove complessivamente i grandi progetti partiti negli ultimi dieci mesi, per un totale di oltre 630 milioni di euro”. Così l’assessore Edoardo Cosenza, coordinatore dei Grandi progetti regionali, commenta la deliberazione approvata dalla Giunta che ”reiscrive nel bilancio gestionale le somme Por e dà il via alla procedura per la pubblicazione delle gare”. “Il Grande progetto Regi Lagni – afferma – è il quinto sulla depurazione del mare della nostra regione che prende il via. L’azione costante, senza tentennamenti, nella direzione dei grandi investimenti con fondi europei, porterà, nei prossimi mesi, all’impiego di molti lavoratori e, nei prossimi anni, allo sviluppo regionale in settori cruciali nel rispetto del piano strategico previsto fin dall’inizio dalla Giunta Caldoro” conclude. Boccata d’ossigeno per 72 Comuni –L’avvio delle procedure per la pubblicazione delle gare previste dal Grande progetto Regi Lagni – aggiunge Daniela Nugnes, assessore all’Agricoltura – è un evento storico per le province di Napoli e di Caserta e, in particolar modo, per il litorale Domitio-Flegreo”. “Si tratta di un progetto – dice – che, con la rifunzionalizzazione e l’adeguamento degli impianti di depurazione di Cuma, Acerra, Napoli Nord, Marcianise e Villa Literno, interessa ben 72 Comuni e oltre 2 milioni e 300mila abitanti. Grazie agli interventi previsti dal progetto si gettano le basi per migliorare sensibilmente la qualità ambientale di una zona importante come il litorale Domitio-Flegreo, che per troppo tempo e’ stato penalizzato da scelte scellerate che ne hanno compromesso l’economia e la vocazione turistica dell’area” conclude la Nugnes.