Regionali in Campania, Salvini: Bene Caldoro ma attenti alle liste. Saremo il primo partito del cdx anche nel Sud

165
in foto Matteo Salvini

Matteo Salvini ha sempre sostenuto “che Caldoro fosse una brava persona e tutti mi dicono sia stato un ottimo amministratore, ma sul contorno non transigo”. lo dice il leader della Lega al Mattino, parlando del candidato del Centrodestra in Campania e della sfida delle Regionali al sud. “È una svolta storica – aggiunge – presenteremo uno dei nostri a Reggio Calabria, ma non solo, in tanti comuni del Sud. In Campania avremo un candidato a Giugliano, che è il Comune italiano non capoluogo di provincia più popoloso del Paese”. Nella regione il prossimo anno “non si voterà solo a Napoli, ma anche a Caserta e Benevento. Siamo in grado di poter competere perché si sta sviluppando una squadra forte anche grazie ad alcuni innesti di persone valide come Giampiero Zinzi”, spiega. A proposito di Benevento, arriva una stoccata a Clemente Mastella: “Figuriamoci se lasciamo campo libero a lui che è transitato con De Luca, mi spiace per il governatore che mi attacca pure nei giorni in cui io neppure mi degno di nominarlo”. Salvini sa che in Campania la sfida sarà ardua, ma punterà tutto sulle cose da fare. Tre le proposte principali: rifiuti, sanità e infrastrutture. Prima però gli alleati devono far pulizia nelle liste. “Come Lega soprattutto in Campania -sottolinea – vogliamo rinnovamento. Forza Italia ha deciso di puntare su Caldoro e io non ho nulla in contrario”. Non transige però sui cosiddetti ‘impresentabili’ ed è soddisfatto perché anche i suoi alleati hanno sottoscritto il patto per non candidare chi ha gravi problemi con la giustizia. Verrà in Campania, “ma è impensabile che io possa fare una campagna elettorale con un Cesaro di fianco. Sono il leader del primo partito e mi spettano oneri e onori”. A settembre – commenta – la Lega punta sulle città del Centrosud. Parliamo di oltre mezzo milione di cittadini”. Non solo Reggio Calabria, dove l’obiettivo è eleggere “il sindaco del Ponte per dare concretezza a uno dei grandi progetti infrastrutturali per rilanciare il Paese”. E conclude: “Saremo il primo partito del centrodestra anche al Sud”.