Regionali, Martusciello: Candidato centrodestra sarà scelto da leader nazionali. Lista Fi già pronta

43
in foto Fulvio Martusciello, europarlamentare e coordinatore regionale di Forza Italia in Campania (Imagoeconomica)

“Io candidato presidente della Regione Campania? Non ho dato io l’indicazione, ma gli elettori. Detto questo, gli elettori consegnano l’indicazione non a livello locale, ma ai leader nazionali Tajani, Meloni e Salvini. Sono loro che devono in qualche maniera tirare le conclusioni. Io continuo a lavorare come fatto fino ad oggi e non ci fermiamo, anzi acceleriamo”. Lo ha detto Fulvio Martusciello, europarlamentare e coordinatore regionale di Forza Italia in Campania, nel corso di una conferenza stampa a Napoli.

“Far diventare questa regione degli ultimi la regione dei primi è l’obiettivo fondamentale per il quale ci stiamo impegnando costantemente. La decisione finale – ha aggiunto Martusciello – sta ai leader nazionali, noi non rallentiamo ma accelereremo ogni giorno per trovare candidati e costruire liste rappresentative, per portare avanti la nostra forte proposta di governo. L’unione dei tre partiti della coalizione da sola non basta in vista di quella che abbiamo definito ‘la madre di tutte le battaglie’, le elezioni regionali di ottobre 2025. Per questo dal giorno dopo abbiamo cominciato a lavorare per allargare la coalizione, individuare candidati alle elezioni regionali che fossero rappresentativi del territorio e della società civile, e abbiamo annunciato già le prime candidature di soggetti politici ma anche di autorevolissimi esponenti della società civile. Continueremo a farlo”.

Liste e slogan
L’unico verbo che conosce, spiega, è “accelerare”. Lo slogan c’è: “Dalla regione degli ultimi alla regione dei primi”. E la prima lista, quella di FI, è già pronta, come si dice pronto anche lui, forte di una investitura arrivata dal basso, di un voto personale a quota 100mila mentre quello al partito è volato a un circa un punto in più rispetto alla media nazionale. Fulvio Martusciello, riconfermato europarlamentare ma anche coordinatore in Campania del partito ‘azzurro’, è più che disponibile a presentarsi come candidato del centrodestra alla presidenza della giunta campana. “Queste europee sono state una sorta di primarie – dice – Le indicazioni sono arrivate dagli elettori, e le indicazioni gli elettori le consegnano a Tajani, Meloni e Salvini. Ho dato una disponibilità rispetto l’indicazione che viene dal territorio, poi decidono i vertici nazionali. Io guardo a tutte le soluzioni che ci consentano di vincere”.

La replica a Iannone di Fratelli d’Italia
Le frenate di esponenti di altri partiti, come il senatore FdI Antonio Iannone, le liquida come “dibattito locale che non ci riguarda. Io continuo a lavorare, non pianto bandierine. Qualora ci fossero indicazioni diverse dai leader nazionali, metterò le mie truppe a disposizione delle loro scelte”. “Riteniamo di essere in grado di chiudere la prima lista di Forza Italia già a ridosso dell’estate – spiega ancora Martusciello – poi inizieremo a creare nuovi contenitori capaci di dare voce ai moderati, alle forze in grado di vincere in Campania, regione che trova nel popolo dei moderati la massima espressione. Vogliamo che una maggioranza, quella dei moderati, torni tale. Mancano 500 giorni all’alba, quella a ottobre 2025 è una partita che riguarda ognuno di noi, ognuno di quelli che scelgono di restare in questa regione, per tornare a essere orgogliosi di essere campani”.