Regione, Beneduce (Fi): Stop all’aranciata senza arancia

37
in Flora Beneduce

“Oggi la qualità dei prodotti, agroalimentari rappresenta un tema di crescente attualità su cui si concentrano fortemente le attenzioni e le preoccupazioni in primo luogo dei consumatori”, interviene così l’on. Flora Beneduce consigliera regionale componente della Commissione Agricoltura salutando con grande soddisfazione l’entrata in vigore del provvedimento che innalza dal 12 al 20% il contenuto di succo d’arancia delle bevande analcoliche prodotte in Italia. “Iniziativa partita dalla cittadina calabrese di Rosarno la cui agricoltura si basa sugli agrumi, ma assolutamente da sostenere ed emulare in tutte le nostre Regioni in cui esistono prodotti di eccellenza da tutelare sollecitando a tutti i livelli l’assunzione di iniziative di informazione e promozione” – continua la Consigliera Beneduce. “I prodotti delle nostre terre hanno un valore ed un potenziale di sviluppo inestimabile, infatti, giovani e meno giovani, uomini e donne, riscoprono gli antichi mestieri dell’agricoltura e dell’allevamento, unendo tradizione e innovazione, lavoro e rispetto dell’ambiente ed in piena crisi economica, sempre più persone decidono di tornare a lavorare la terra”. “Anche dal punto di vista strettamente sanitario, il consumo di prodotti di qualità rappresenta certamente il primo fondamentale strumento di prevenzione per numerose patologie. Sono intenzionata a fare la mia parte contribuendo fattivamente alla costruzione delle reti istituzionali ma anche promuovendo interventi legislativi che migliorino la qualità dei nostri prodotti” – conclude la consigliera.