Regione, bocciata la sfiducia a De Luca: bagarre in aula

27

Non passa la sfiducia al governatore Vincenzo De Luca. Trentasei votanti, 7 voti a favore, 29 contrari, nessun astenuto. Questo il conto delle preferenze elettroniche al termine di un accesissimo dibattito nel corso del quale le opposizioni hanno aspramente attaccato il presidente della Giunta. La mozione era stata presentata da FI e FdI in relazione alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto De Luca ed il suo ex capo segreteria Nello Mastursi, indagati nell’ambito di una inchiesta della procura di Roma.

Nel corso del suo intervento il governatore ha risposto alle accuse rilanciando ai grillini la palla infuocata della questione morale. “Voi Cinquestelle eravate partiti con una mozione di sfiducia immaginando tutto un altro clima in cui si poteva fare una bella propaganda politica – ha detto  E invece sono capitati altri fatti che testimoniano che Dio c’è ed il suo angelo vendicatore va da Quarto a Marano a Forio d’Ischia”. E dicendo questo ha ricordato il silenzio del direttorio del M5s dopo aver appreso dal sindaco di Quarto la notizia delle minacce ricevute.
 
photo 13803 photo 13804 photo 13808 photo 13807 photo 13805 photo 13806