Regione Campania, si riunisce il Consiglio: varate 4 commissioni speciali

252
in foto la sala del Consiglio regionale campano

Il Consiglio regionale della Campania, presieduto da Gennaro Oliviero, ha approvato la proposta unitaria a firma dei capigruppo del Movimento 5 Stelle (Valeria Ciarambino), Forza Italia (Annarita Patriarca), Fratelli d’Italia (Michele Schiano di Visconti) e Lega (Gianpiero Zinzi) per l’istituzione delle Commissioni consiliari speciali, che saranno le seguenti: Commissione speciale Trasparenza, controllo delle attività della Regione e degli enti collegati e dell’utilizzo dei fondi; Commissione speciale Anticamorra e beni confiscati; Commissione speciale Aree interne; Commissione speciale Innovazione e Sostenibilità per la competitività ed il rilancio delle imprese. La proposta è stata approvata maggioranza con l’astensione della consigliera Maria Muscarà. La consigliera del Movimento 5 Stelle ha motivato la propria posizione per la mancata istituzione della Commissione Terra dei Fuochi, che, nella precedente Legislatura, faceva parte delle Commissioni speciali e “aveva un ruolo fondamentale nel controllo di una problematica ambientale gravissima e ancora aperta”, ha spiegato.Nel corso della seduta, il Consiglio ha inoltre approvato la delibera dell’Ufficio di Presidenza per la variazione al bilancio di previsione finanziario del Consiglio regionale della CAMPANIA, introdotta all’esame dell’Assemblea legislativa campana dal questore alle finanze Andrea Volpe. Il provvedimento, che ha ricevuto il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti ed è stato approvato all’unanimità, determina una variazione di bilancio di 1.282.667 euro per dare copertura finanziaria alle spese di personale degli uffici di diretta collaborazione per i mesi di novembre e dicembre 2020.