Regione, contratti biennali con la Sanità privata. De Luca: Svolta epocale

167
in foto Vincenzo De Luca

“E’ davvero un momento di svolta per la sanità campana”. A dirlo il presidente della Regione Vincenzo De Luca, presentando la regolamentazione dei rapporti con le strutture della sanità convenzionata attraverso la sottoscrizione di contratti biennali per il 2018-2019. “Parliamo del 25 per cento del comparto – dice il governatore – regolando un campo in cui nel corso dei decenni abbiamo accumulato debiti e contenziosi irrisolti che sono stati tra le cause del commissariamento del settore. Siamo partiti dalla revisione del fabbisogno. Per 15 anni non si è calcolato il fabbisogno, sembra incredibile ma è così. Inoltre c’era un meccanismo ottuso e iniquo di calcolo sulla spesa storica. Abbiamo cambiato in parte le prestazioni che chiedevamo”. De Luca spiega che “per le case di cura private abbiamo cercato di non dimenticare che ci sono i lavoratori. Abbiamo definito un’ipotesi di contratto biennale che i direttori generali saranno chiamati a definire con le singole strutture. Abbiamo completato il programma di accreditamento adeguando il budget all’effettiva capacita’ di erogazione dei servizi da parte delle strutture e stanziamo 35 milioni di euro in piu’ rispetto allo scorso anno, lavorando anche alla riconversione di alcune strutture. Nessuna casa di cura avra’ una diminuzione sugli stanziamenti dello scorso anno e nessuna avra’ un tetto superiore a quello degli ultimi due anni incentivando chi fa prestazioni di alta specialita’. Stabiliamo un sistema di premialita’ per chi incrementa i parti naturali rispetto ai cesarei e operazioni di fratture al femore entro 48 ore”.