Regione, De Luca: Entro la prossima settimana la firma al Patto per la Campania

60

“Forse addirittura in settimana, al massimo la settimana prossima, firmeremo il Patto per la Campania”. Lo afferma il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine della manifestazione promossa da Coldiretti al Palabarbuto di Fuorigrotta per presentare la Black list degli alimenti contaminati. 
“Questa è una delle tante giornate importanti, particolarmente significativa per la Campania perché siamo impegnati in un lavoro straordinario di rilancio delle nostre produzioni agroalimentari – ha detto De Luca nel corso della presentazione del la Black List degli alimenti contaminati. “A cominciare da Expo” -ha spiegato  il numero uno di palazzo Santa Lucia – abbiamo ribaltato l’immagine della Campania e dei suoi prodotti, reagendo a una campagna anche di diffamazione che aveva un chiaro intento di guerra commerciale. Oggi la Campania è una regione più monitorata e controllata. Abbiamo prodotti assolutamente sicuri e produzioni di assoluta eccellenza che cercheremo di offrire al mercato. Questo evento serve a dare ancora più respiro all’economia agricola del nostro territorio”.
“La Campania deve pretendere la tracciabilità delle etichette da cui si evinca la provenienza – ha aggiunto il presidente della regione Campania – E’ una battaglia difficile ma i nostri cugini francesi in questo campo si difendono sempre bene, con i denti. Dobbiamo imparare a farlo anche noi. Ogni anno ci rimettiamo miliardi e miliardi per la contraffazione alimentare. Ovviamente dobbiamo spiegare ai consumatori che una mozzarella bella Napoli, un prodotto Sud Africano col marchio Salerno, un pomodoro San Marzano prodotto negli Stati Uniti d’America sono delle grandi porcherie”. 
“Dobbiamo spiegare – ha concluso De Luca – che molti di questi prodotti contraffatti fanno male perché sono pieni di coloranti e conservanti che danneggiano la salute. Dobbiamo fare una grande campagna di promozione della qualità del prodotto italiano. una battaglia difficile ma credo che siamo a buon punto, soprattutto in Campania è una bella occasione per rilanciare i nostri prodotti, siamo la regione più monitorata d’Italia”.