Regione, De Luca punge De Magistris: Sbagliato scaricare l’incapacità sulla Corte dei Conti

58
In foto Vincenzo De Luca

“Il risanamento amministrativo va fatto con serietà senza scaricare le incapacità amministrative sulla Corte dei Conti, istituzione che fa il suo dovere”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel suo spazio a Lira Tv, sottolineando il via libera della magistratura contabile agli esercizi 2015 e 2016 della Regione Campania e lo stop inflitto invece al Comune di Napoli. De Luca, commentando gli accenti polemici con cui il sindaco di Napoli de Magistris ha accolto il giudizio negativo della Corte, ha detto: “Una istituzione deve avere un contraddittorio con la Corte dei Conti ma su un piano di assoluto rispetto, perché la Corte è al servizio dell’Italia e quando esercita un controllo sui conti fa un servizio all’Italia. È bene che ci sia questo servizio che ti aiuta a evitare aree di spreco che non avevi visto. L’importante è sapere che risanare è un dovere a meno che non si stampano soldi, in quel caso possiamo passare la vita a fare inaugurazioni di pizzerie e friggitorie”.
Circa l’ok della Corte sui bilanci della Regione, De Luca ha commentato: “Hanno certificato i nostri esercizi 2015 e 2016 e presto presenteremo quello del 2017. Abbiamo fatto un programma di risanamento gigantesco. La Regione, ricordo, paga in euro, non stampiamo talleri e pippe varie nella nostra zecca”.