Regione, domani in Consiglio legge sulla semplificazione e collegato alla Finanziaria

64

Giornata intensa di lavori domani al Consiglio regionale della Campania convocato in duplice seduta, nella mattinata e nel pomeriggio. Fra i punti all’odg della seduta che si terrà dalle 11,30 alle 13,30 il regolamento dell’Albo regionale delle cooperative sociali, su iniziativa della giunta, e un provvedimento molto atteso: il regolamento di attuazione dell’art.9 della L.R. 14 ottobre 2015, n. 11 (Misure urgenti per semplificare, razionalizzare e rendere più efficace l’apparato amministrativo, migliorare i servizi ai cittadini e favorire l’attività d’impresa. Legge annuale di semplificazione 2015). Nel pomeriggio, a partire dalle 16,30 ad oltranza, l’Assemblea campana esaminerà il Ddl varato venerdì scorso dalla Commissione Bilancio, “Prime misure per la realizzazione della spesa e il rilancio dell’economia campana. Legge collegata alla legge regionale di stabilità per l’anno 2016“. Un provvedimento legislativo fortemente criticato dalle opposizioni, di centrodestra e dei pentastellati. Per il capogruppo di Fi, Armando Cesaro, che ha già annunciato il voto contrario, il ddl è “solo un concentrato di tappabuchi, il tentativo di riparare agli errori commessi in questi mesi, per fretta e sciatteria, nelle leggi e nei provvedimenti fin qui approvati, Bilancio incluso“. Mentre i consiglieri del M5S hanno criticato “la mancanza di confronto e discussione” assicurando di voler ripresentare in aula gli emendamenti già avanzati in commissione.